Registrati
Accedi
Mappa attività Basicò (ME)Mappa
Arte
Avventura
Enogastronomia
Natura
Relax
Religione
Sport
Storia
Tradizione

Basicò (ME)

Sostieni il borgo
format_list_bulletedCosa fare
restaurantMangiare e Bere
directions_busTrasporti
hotelDormire
Guarda altre fotoGuarda altre foto
Foto Basicò (ME)
BENVENUTO A BASICÒ, IL BORGO DELLA PROVOLA!

Basicò è un piccolo borgo della Sicilia di soli 580 abitanti, situato a 550 metri s.l.m. sui Monti Nebrodi. Gode di una splendida vista sul golfo di Milazzo e sull'incantevole arcipelago eoliano e le sue terre sono disegnate dalle coltivazioni degli ulivi, delle viti e dei cereali ... .

Straordinarie le attestazioni storiche di questo antico borgo. La più remota presenza dell'uomo risale alla Preistoria e a testimoniarla sono i reperti archeologici rinvenuti sul sito del Monte Pito e Quattrofinaite risalenti al neolitico, tra i quali numerose tombe, strumenti litici e resti ceramici. Per respirare un po' di Medioevo basta andare invece in contrada Galice, dove si può ammirare il borgo contadino di San Giovanni, appartenuto ai De Maria, che ben rappresenta la tipica residenza di campagna del signore siciliano del tempo, con il casolare e l'annessa cappella. Passeggiando poi per i vicoli, le piazzette e i quartieri dai nomi francesi si fa un salto all'epoca della Sicilia angioina. Ma la più affascinante testimonianza storica del borgo sono senza dubbio le duecentesche cripte basiliane, situate dove oggi sorge il comune e dove prima sorgeva una chiesa del 1262, abbattuta nel 1986 per motivi di sicurezza. Fu proprio durante i lavori di scavo che furono rinvenute le antiche cripte della Chiesa, oggi visibili grazie ad un’ampia vetrata; all'interno si possono scrutare le piccole nicchie con gocciolatoio che serviva per l'eliminazione progressiva dei liquidi dei corpi, a voler rappresentare una sorta di lenta purificazione dell’anima.

Dal fascino della storia alla magia della natura. Basicò è dotato di percorsi e sentieri naturalistici tracciati, e fra questi il Sentiero Rocche di Basicò, immerso tra querceti e lunghe distese di erica arborea, le cui fronde venivano utilizzate un tempo per i tetti delle abitazioni povere. Durante il percorso si potrà osservare il suggestivo fenomeno geologico localmente chiamato "parto della roccia" o "uova di pietra", che consiste in piccole sfere di pietra che affiorano dalle frastagliate pareti rocciose. Un itinerario dagli scorci mozzafiato, dove all'orizzonte si riesce a scrutare finanche il profilo delle Isole Eolie.

Per gli amanti della buona tavola, il borgo vanta la produzione di un'ottima provola, la provola dei Nebrodi, tutelata dal Presidio Slow Food per le sue tecniche di lavorazione antichissime e ancora oggi identiche a quelle già impiegate nel 1400. Al pregiato formaggio è dedicato uno tra i più antichi eventi gastronomici locali: la Sagra della Provola Basicotana. La prima edizione della Sagra avvenne nel 1972 presso il Palazzo Baronale de Maria e da allora il borgo ha saputo tenere viva questa bella tradizione. Durante la manifestazione viene creato un percorso chiamato "le vie del gusto" che consente la degustazione delle tre stagionature di provola: fresca, semistagionata, sfoglia. Decisamente particolare è la provola con all'interno un intero limone verdello precentemente scottato nel siero, che stagionando acquista gli aromi dell’agrume. L'evento, che vede anche la sfilata e l’esibizione di carretti siciliani, gruppi folk ed intrattenimenti musicali fino a tarda notte, è diventato nel tempo un’attrazione turistica acclamata in tutta la Sicilia.

Il borgo di Basicò è questo e molto altro ancora...

Curiosità

  • Con l’Unità d'Italia, il Comune di Casalnuovo, per non confondersi con altri omonimi già esistenti nel nord Italia, fu autorizzato con regio decreto ad assumere il nome di Basicò

  • Il borgo accontenta anche gli spiriti sportivi più attivi, con varie aree dedicate al divertimento aperte ad esperti ma anche a principianti, come "Crossodromo Basicross" - una bellissima pista per motocross - e "Demakart", una pista per appassionati di go-kart.

  • A Basicò si possono organizzare anche escursioni a cavallo grazie a "Maneggio Liberamente", per principianti e non.

  • La provola dei Nebrodi rientra nell'elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali (PAT) stilato dal Ministero delle politiche agricole e forestali e si produce in tutti i comuni del comprensorio del Parco naturale dei Nebrodi, ma in dimensioni differenti: si va da 1 kg nei Nebrodi Nord Occidentali (area di Mistretta, Castel di Lucio, Caronia), a 1 kg e mezzo/2 kg nei Nebrodi Centrali (area di Floresta, Ucrìa, Castell’Umberto) fino ad arrivare ai 5 kg nei Nebrodi Orientali (Basicò, Montalbano Elicona).

  • Un altro prodotto tipico del borgo, oltre alla provola, è la deliziosa ricotta infornata

  • Fontane antiche, utilizzate un tempo per abbeverare il bestiame, sono sparse in tutto il borgo e ciascuna di queste ha sorgenti proprie: "Taraveddu", "Carruggiotto ", "Tri carruggi". Fuori dal centro abitato, disseminate nel territorio, vi sono invece le Fonti: "Padella", "Carruggeddu", "Mustaffi", "Biddicu", "Caleria" e "Toscano".

  • Del trecentesco Monastero di Santa Chiara, detto la Badiazza, che diede origine all'abitato, sono rimaste oggi alcune rovine. 

Citazioni famose

  • "Basicò, nome che per lo trascorrimento degli anni si è abbreviato o corrotto dal volgo, dalla parola greca Basilicon che tanto suona, quanto tempio o Cappella Reale dei Re di Sicilia." Cit. Placido Samperi in Iconologia della gloriosa vergine madre di Dio Maria protettrice di Messina, 1644.

  • "Dopo i primi 12 km, sulla sinistra, in alto, si intravede il paese di Basicò con i suoi tetti a coppi di argilla rossa e le antiche case di pietra grigia. Ad esso, da lì, si giunge in pochi minuti, proseguendo per circa un chilometro la nuova strada che, improvvisamente, valicando un dosso, diventa di grande spazialità e luminosità verso la vallata...". Cit. Carlo Marullo di Condojanni in Casalnuovo-Basicò: Testimonianze e memorie dalla Presistoria ad oggi, 2007.



Cenni Storici
Due sono le ipotesi che si contendono il favore degli storici, circa l’origine di Basicò. La prima fa risalire la formazione del borgo, con un lento processo di sviluppo tipico degli agglomerati rustici, dai preesistenti casali sparsi sul territorio. La seconda accredita l’origine dell’abitato alla presenza di una comunitaà basiliana e ad un monastero, già intorno al 1150.
La prima teoria è quella che convince di più. Soprattutto perchè consente di riallacciarsi all’esperienza della fiorente città di Abacena, legata nelle sue vicende a nomi come quello del mitico re Ducezio e ancora dei tiranni siracusani Dionigi e Gerone II.
Le evidenze archeologiche rinvenute hanno confermato che sono troppo evidenti le analogie fra gli attuali territori di Novara di Sicilia, Tripi, Furnari, Montalbano Elicona e Basicò, perchè ciò non dimostri una matrice comune. Ossia l’eguale derivazione dalla civiltà abacenina.
Abacena non è un’unica città strettamente circoscritta, ma piuttosto un territorio con un sistema organico di piccoli agglomerati urbani ravvicinati, sul modello delle più antiche e celebri città greche organizzate in “ demi “, o di quelle latine.

BASICO' nella preistoria

Antiche sono le origini di Basicò, come antico è il suo toponimo che, molto probabilmente deriva dell’etimo greco "Basilikon", che vuol dire “Tempio o Cappella regale”. Successivamente, con la presenza di Federico d’Aragona, il paese prese il nome di “Casal Novum” (Casalnuovo). Oggi, il borgo è comunemente chiamato Basicò.

Già tra la metà e la fine degli anni settanta, si sono susseguiti sul territorio diversi ritrovamenti di contrappesi di telaio in argilla, alcuni dei quali sommariamente decorati a incisione. Ne diedero conto fra gli altri anche Luigi Barnabò Brea e Madeleine Cavalier, infaticabili ricercatori delle più remote testimonianza archeologiche della “ Sicilia prima dei Greci “.
Ciò di cui gli studiosi si accorsero subito era che si trattava delle tracce più superficiali di alcune stazioni molto antiche, risalenti al medio e tardo neolitico, ossia al periodo compreso tra la fine del IV e la metà del III millennio. I reperti di Monte Pito e Quattrofinaite, in gran parte industria litica e resti ceramici, testimoniano il contatto con le coeve culture oliane, mentre il fatto che si sia trovato molto materiale di risulta e pochi utensili ha fatto pensare ad una frequentazione solo stagionale.
La presenza di scopritori occasionali e tombaroli senza scrupoli, hanno invece distrutto per sempre vari resti di tombe a incinerazione, rinvenute a Quattrofinaite e Badiazza, sempre nel territorio basicotano, mentre in contrada Fontana Fondaco esistono tracce murarie di un insediamento di eta’ romano-bizantina.

La svolta giunge quando dalle alture dei Nebrodi i suoi abitanti poterono assistere ai primi sbarchi normanni, approdati sulla costa tra Capo Tindari e Capèo Milazzo nella seconda metà del Mille. Le traccie lasciate nel comprensorio dal predominio degli Altavilla non si contano, e ciò giustifica il fatto che il Demone sia stato giustamente definito come il più normanno dei tre Valli siciliani.
L’interno e la fascia litoranea vengono collegati da una costellazione di torri e fortezze che presidiano le alture, mentre qua e là spuntano nuovi monasteri, poli produttivi di spicco nella scarsa economia medievale, controllati dalle nuove famiglie emergenti.
In questo scenario sorge a Basicò per volere reale, il convento delle Clarisse, Santa Maria di Basicò, retto da nobilissime dame fra le quali anche alcune parenti di Federico II.
La sconfitta degli Svevi, l’avvento degli Angioini e la lotta con gli Aragonesi segnano il tramonto del casale Basicò e del suo convento, che ne subisce il saccheggio. Le suore scampate all’attacco si riparano dapprima Rometta Superiore e poi a Messina, nella zona, che oggi possiamo identificare come Piazza Basicò a monte della Salita S. Agostino, dove insiste la Fontana Falconieri.
Ribattezzato Casalnuovo, entra in una lunghissima stagione feudale che vedrà l'avvicendarsi delle famiglie dei Lancia (1350-1352), dei Marullo (1539-1541), ancora dei Lancia con i Saccano (1554-1647), dei Naselli ( 1648-1773), e dei De Maria (dal 1766 con investitura ufficiale nel giugno 1767), ultimi baroni che persero i diritti feudali nel 1812 con l’abolizione delle baronie in Sicilia.

Nel 1860 il vetusto feudo diventa Comune d’Italia con il nome di Basicò.

Continua a leggere
Basicò informa:
Portale turistico di Basicò, gestito dalla Pro Loco. Si ringraziano Agata Sorbello e Elisa Calderone per parte del materiale fotografico.

Eventi e Sagre
Etna Trail
Evento culturale
LUG
24
location_on LINGUAGLOSSA (CT)
Etna Opera Festival
Concerti
LUG
27
location_on LINGUAGLOSSA (CT)
Premio Etna
Evento culturale
AGO
03
location_on LINGUAGLOSSA (CT)
Festa di San Rocco
Feste
AGO
10
location_on LINGUAGLOSSA (CT)
Visualizza tutti
Cosa fare
Chiesa di San Biagio
Santuari, Chiese e Monumenti
Luogo BASICO' (ME)
Chiesa di Santa Maria e Cripte del XIII secolo
Santuari, Chiese e Monumenti
Luogo BASICO' (ME)
Orari Orario continuato
Chiesa Madre di San Francesco d'Assisi
Santuari, Chiese e Monumenti
Luogo BASICO' (ME)
Orari Orario continuato
Palazzo Baronale De Maria
Santuari, Chiese e Monumenti
Luogo BASICO' (ME)
Visualizza tutti
Itinerari consigliati
Itinerario del Centro Storico di Basicò icona cuore
CENTRO STORICO
Luogo partenza BASICO' (ME)
Itinerari da suggerire a Roccafiorita (ME)? icona cuore
NATURALISTICO
Luogo partenza ROCCAFIORITA (ME)
Escursione Speleologica alla Grotta del Lauro icona cuore
NATURALISTICO
Luogo partenza ALCARA LI FUSI (ME)
Durata media Durata media: 5 ore, 1 giorno
Itinerario centro storico del borgo icona cuore
CENTRO STORICO
Luogo partenza LINGUAGLOSSA (CT)
Durata media Durata media: 1.5 ore, mezza giornata
In primo piano
osteria siciliana cuore preferiti
Basic (ME)
Pizzeria
Ultime notizie
Sophie Codegoni, i rapporti con Fabrizio Corona? / “Ho scoperto che alcuni patti…”
Sophie Codegoni rompe il silenzio sul conto dell'ex, Fabrizio Corona, dopo la lovestory avviata con Alessandro Basciano al Grande fratello vip 6: i rapporti
MAG
19
done Il Sussidiario
Leggi l'articolo
Nascono i patti territoriali dell’alta formazione delle imprese
ROMA – Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50 contenente ‘Misure urgenti in materia di politiche energetiche nazionali, produttività delle imprese e attrazi
MAG
18
done dire.it
Leggi l'articolo
Elezione Craxi, Conte: “M5S, Pd e LeU mantengono i patti, altri no. Spetta a Draghi la responsabilità di tenere in piedi la maggioranza”
Elezione Craxi, il leader M5S Conte: "Evidentemente le nostre posizioni non piacciono a tutti, ne prendiamo atto”.
MAG
18
done lanotiziagiornale.it
Leggi l'articolo
Governo, Conte: “Violati patti e regole, spetta a Draghi tenere in piedi la maggioranza
Si è formata violando patti e regole“. “Oggi registriamo che di fatto si è formata una nuova maggioranza, che spazia da Fratelli d’Italia sino a Italia viva. C’è stata assolutamente una linearità di comportamento da parte di Pd e Leu.
MAG
18
done informazione
Leggi l'articolo
Governo, Conte: “Violati patti e regole, nata nuova maggioranza da FdI a Iv
C’è stata assolutamente una linearità di comportamento da parte di Pd e Leu. “Draghi e il governo erano stati avvertiti ieri, perché si è capito che si stava lavorando in modo surrettizio a violare pa
MAG
18
done informazione
Leggi l'articolo
Governo, Conte sfida la maggioranza:
"Oggi registriamo che di fatto si è formata una nuova maggioranza, che spazia da Fratelli d'Italia sino a Italia Viva. Spetta al presidente del Consiglio la responsabilità di tenere in piedi questa ma
MAG
18
done Globalist Syndication
Leggi l'articolo
Governo, Conte: “Violati patti e regole, spetta a Draghi tenere in piedi la maggioranza. Fratelli d’Italia? Opposizione sulla carta, è anomala”
"C'È CHI LAVORA PER TENERCI FUORI DALLA MAGGIORANZA", Le parole di Giuseppe Conte dopo l'elezione di Stefania Craxi alla presidenza della Commissione Esteri [Video]
MAG
18
done Il Fatto Quotidiano
Leggi l'articolo
Giovani, povertà educativa, sport inclusivo: al via tre nuovi patti di sussidiarietà
Genova. Ammonta a oltre 2,5 milioni di euro l’impegno di Regione Liguria, grazie ai fondi del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per la realizzazione dei tre nuovi Patti di Sussidiarietà.
MAG
18
done Genova24
Leggi l'articolo
Voto al Senato, Conte:
L'elezione di Stefania Craxi alla presidenza della commissione Esteri scatena il leader del M5s che chiama in causa anche il premier
MAG
18
done Sport on MSN.com
Leggi l'articolo
Patti – Consorzio Tindari Nebrodi, rassegne e manifestazioni che si svolgeranno sul territorio consortile
Il consorzio è già operativo su altri due importanti fronti, uno è quello della riapertura del laboratorio delle analisi delle acque e degli alimenti in via Vittorio Emanuele a Patti, un servizio rivalutato e fortemente voluto dal presidente ...
MAG
18
done canalesicilia.it
Leggi l'articolo
Comunali2022, presentate le liste a Novara di Sicilia: sarà un confronto tra Bertolami e Bartolotta
A Novara di Sicilia, così come a Castroreale, i due candidati a sindaco nelle elezioni amministrative del prossimo 12 giugno non hanno atteso l’ultimo giorno per ufficializzare la composizione delle..
MAG
17
done 24live.it
Leggi l'articolo
Venanzio vince il 27° Slalom di Novara di Sicilia all’ultimo respiro
Il 27° Slalom Rocca Di Novara ha emesso i suoi verdetti al culmine di tre manche molto combattute. E’ stato Salvatore Venanzio a mettere il suo sigillo sulla gara messinese, sfoderando nella terza ed ultima salita una prestazione maiuscola al ...
MAG
16
done ilfattonisseno.it
Leggi l'articolo
Slalom Rocca di Novara. Venanzio vince all’ultimo respiro
Il driver campano si è imposto su Radical nel secondo round Tricolore precedendo il trapanese Ingardia e il molisano Emanuele
MAG
16
done Tempo Stretto.it
Leggi l'articolo
A Novara di Sicilia agonismo garantito
Domani lo start alla prima delle tre manche di gara che stabiliranno il nome del 27° vincitore dello slalom di Novara di Sicilia
MAG
14
done Sevenpress.com
Leggi l'articolo
Nebrodi Racing, Tindaro Papa al via dello Slalom Rocca Novara di Sicilia
Dopo un anno Tindaro Papa torna al volante su Peugeot 106 N1400. Il pilota portacolori della Scuderia Nebrodi Racing sarà al via dello Slalom Rocca di Novara, la gara valida come prova del Campionato
MAG
14
done nebrodinews
Leggi l'articolo
La Nebrosport schiera ben undici piloti al 27° slalom Rocca Novara di Sicilia
Presenza massiccia di piloti Nebrosport nel nuovo evento in calendario. Il team di Sant’Angelo di Brolo nel fine settimana sarà infatti al 27esimo Slalom di Rocca Novara. Il sodalizio rossoblù verrà r
MAG
13
done Messina Sportiva
Leggi l'articolo
Nebrosport schiera undici piloti al 27° slalom Novara di Sicilia
Il team santangiolese nel prossimo fine settimana sarà infatti al 27esimo Slalom di Rocca Novara del 14 e 15 maggio 2022.
MAG
12
done nebrodinews
Leggi l'articolo
Si avvicina il 27° Slalom di Novara di Sicilia
Fervono i preparativi per la 27^ edizione dello Slalom Rocca di Novara che sarà valido per il Campionato Siciliano con coefficiente 2
MAG
06
done Sevenpress.com
Leggi l'articolo
Il ricordo di Falcone e Borsellino alle Salette di Catania
Alla manifestazione organizzata dal quotidiano La Sicilia hanno preso parte, tra gli altri, il prefetto di Catania Librizzi, il procuratore capo Zuccaro e il presidente del Tribunale per i minorenni D
MAG
18
done lasicilia.it
Leggi l'articolo
Basket, IBSA Next Gen Cup: Varese divora Treviso 112-84 in finale ed è campione
BASKET, IBSA NEXT GEN CUP - La Pallacanestro Varese Academy si aggiudica il torneo superando la Nutribullet Treviso con un largo 112-84 nella finale
MAG
14
done eurosport
Leggi l'articolo
Next Gen Cup: Librizzi inarrestabile, Varese travolge Cremona e va in finale
Papalini Pesaro 84-70. Academy Varese Pallacanestro – Vanoli Young Cremona 100. FINALE: Varese – Treviso (sabato 14 maggio, ore 13,45) Perse: 7 (Filipovic, Librizzi 2). Recuperate 9 (Filipovic, Libriz
MAG
14
done informazione
Leggi l'articolo
Borghi vicini a Basicò (ME)
Tripi (ME) cuore preferiti
4 Km
Newsletter
Iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato su questo borgo!