Registrati
Accedi
Mappa attività Bore (PR)Mappa
Arte e Cultura
Avventura
Enogastronomia
Natura
Relax e divertimento
Religione
Sport
Storia
Tradizione

Bore (PR)

Sostieni il borgo
format_list_bulletedCosa fare
restaurantMangiare e Bere
directions_busTrasporti
hotelDormire
Guarda altre fotoGuarda altre foto
Foto Bore (PR)
BENVENUTO A BORE, IL BORGO DEL VENTO!

Bore è un borgo dell'Appennino Tosco Emiliano che conta circa 722 abitanti, circondato da castagneti secolari nella media Valle del Ceno. Questa piccola località montana sorge ad 832 m s.l.m ... ., lungo l'antico "Stradone di Genova", una importante via di comunicazione tra la pianura padana e la Liguria che ricalca un antico itinerario della via Francigena. 

Caratteristica di Bore è la diffusa rete di "Ville" medioevali, borghi rurali fortificati ed autosufficienti: Villa Castiglione, Villa Pozzolo, Villa Ferrari, Villa Franchi, Villa Fiori, Villa Mortarelli, Villa Marazzi e Roberti, Villa Conti, Villa Caferri, Villa Metti, Villa Orsi, Villa Pratogrande, Permaleto, Felloni, Villa Pereto, Villa Ralli, Villa Rovina, Villa Salvi, Villa Silva, Villa Zacchi, Villa Zani, Villa Zermani, Villa Raffi. Tra questi, merita menzione il borgo antico di Pozzolo denominato "Villa Conti", un tempo possedimento dei marchesi Fogliani d'Aragona, ritenuto uno dei più bei borghi medioevali dell'intera zona appenninica parmense. Il borgo si sviluppa ai piedi della suggestiva Chiesa dedicata a San Maurizio Martire, immersa in un paesaggio rurale al centro della valle dello Stirone Rivarolo, in posizione dominante sulla Rocca Ofiolitica.

Bore è una rinomata località turistica, che grazie alla sua particolare collocazione altimetrica (832 m s.l.m.), garantisce condizioni climatiche favorevoli per la cura di malattie legate all'apparato respiratorio. Circondata da secolari castagneti nella valle del torrente Cenedola, offre la possibilità di fare numerose escursioni naturalistiche. La famosa area denominata "Bosco Paradiso" è indubbiamente la più attrezzata nonché la più suggestiva. In realtà, l'intero territorio comunale è caratterizzato da un ambiente incontaminato, ricco di boschi e corsi d'acqua, che si presta alle attività di trekking e sport.

Il borgo ospita ogni anno diverse manifestazioni atte a valorizzare il contesto naturalistico, la cultura, il folklore e i prodotti tipici della gastronomia locale. Tra questi, l'antica fiera di San Lorenzo, le sagre tradizionali  ma soprattutto la Festa delle Castagne, in grado di richiamare oltre 5.000 visitatori ogni anno, la seconda domenica di Ottobre. Questa manifestazione, oltre a promuovere la castagna di Bore, allestisce una mostra mercato dei vari prodotti tipici della zona, arricchita dalla presenza di prodotti di origine controllata di altri paesi e regioni italiane, selezionati annualmente. L'evento è caratterizzato altresì da una serie di importanti momenti culturali, quali convegni sull'ambiente, mostre fotografiche e di pittura, proiezioni di filmati, incontri divulgativi, gemellaggi gastronomici e scambi culturali con altre comunità di diverse Regioni d'Italia.

Il borgo di Bore è questo e molto altro ancora...

Curiosità

  • L'origine del nome, secondo alcuni studiosi, potrebbe rifersi a Borea, divinità del vento freddo, come si evince dallo stemma comunale.

  • A Metti, frazione del borgo, sarebbe passato il cartaginese Annibale, dopo aver sconfitto i romani nella battaglia del 218 a.C. sul fiume Trebbia. 

  • I ritrovamenti di alcuni reperti archeologici nell'area del Monte Mezzano di Pozzolo, come una moneta di epoca romana e alcuni pezzi di un antico telaio, fanno supporre l'esistenza di un'antica "Villa Romana".

  • Il punto panoramico sul Monte Carameto (1318 m) è stato definito uno dei più belli d'Italia.

  • La "Fontanella della Costaccia", che sgorga ai piedi dell'omonimo monte, è caratterizzata da un'acqua microbiologicamente pura e con qualità organolettiche pregiate, unica nel suo genere in tutta la Provincia di Parma, come ha evidenziato il Professore Geologo Angelo De Marchi.

  • Il borgo di Pereto in passato aveva una notevole capacità di attrazione rispetto alle altre Ville. A testimonianza di ciò, la presenza fino agli inizi di questo secolo di un'antichissima e rinomata Osteria, situata presso l'abitazione della famiglia Ralli di Cà Davìd.

  • L'antico borgo dei Salvi era al tempo interamente chiuso verso l'esterno, sia per motivi difensivi, che per ragioni climatiche, poiché malgrado il maltempo, le attività familiari ed agricole non potevano fermarsi. Soprattutto sul lato Sud, la continuità delle murature ripara tutte le corti interne esposte nel declivio ad Est, tanto che quando il vento spira forte dalla vallata di Metti, se ci si rifugia in una di quelle corti lastricate quasi non si avverte un filo d'aria, se non un remoto fruscìo tra i muri. 

  • Villa Raffi ha dato i natali a cittadini illustri, tra i quali Don Stefano Raffi, fondatore del Seminario Vescovile di Bedonia.

  • Era originario di Bore il radiotecnico Quintino Ralli, addetto alle intercettazioni nella prima radio libera della Sardegna, che il 7 maggio 1945 fu il primo in Europa a dare la notizia che la guerra era finita, grazie all'intercettazione su una Radio Militare di Algeri di una conversazione fra militari, in francese e inglese, che parlavano della resa della Germania.



Cenni Storici
Abitato già in epoca romana, il territorio di Bore aveva al tempo come centri principali le frazioni odierne di Metti e Pozzolo.

La nascita di Bore quale capoluogo comunale risale però alla metà del XIX secolo, attorno ad una casa cantoniera, fatta edificare dall'Imperatrice Maria Luigia d'Austria lungo la strada borbonica detta "Stradone per Genova", che dal 1773 collegava il ducato di Parma al mare.

L'etimologia del toponimo potrebbe riferirsi, secondo alcuni studiosi, a Borea, divinità del vento freddo, come si evince anche dallo stemma comunale; secondo altri, deriverebbe invece dal sostantivo proprio Burrius derivante dal latino.

Nel 1919 le località di Metti e Pozzolo entrarono a far parte del Comune.

Continua a leggere
Bore informa:


Pagina gestita dal Comune di Bore.

Si ringrazia il Sig. Pietro Andaloro per il materiale fotografico.

Eventi e Sagre
Mostra del Cavallo Bardigiano
Evento culturale
AGO
06
location_on BARDI (PR)
Fiera di San Lorenzo Martire
Sagre
AGO
10
location_on BORE (PR)
Festa delle Castagne
Feste
OTT
10
location_on BORE (PR)
Mercatino di Natale
Mercati
DIC
06
location_on BORE (PR)
10.00-20.00
Cosa fare
La Rocca e la Chiesa di Santa Felicita
Santuari, Chiese e Monumenti
Luogo LOC. CASTIGLIONE DEI TURCHI - BORE (PR)
Chiesa di San Lorenzo Martire
Santuari, Chiese e Monumenti
Luogo BORE (PR)
Oratorio di San Rocco
Santuari, Chiese e Monumenti
Luogo LOC. METTI - BORE (PR)
Chiesa di San Leonardo Abate
Santuari, Chiese e Monumenti
Luogo LOC. METTI - BORE (PR)
Visualizza tutti
In primo piano
Trattoria Trinità cuore preferiti
BORE (PR)
Ristorante
Maxi Bar cuore preferiti
BORE (PR)
Bar
Il Colombarone cuore preferiti
BORE (PR)
Bed & Breakfast
Borghi vicini a Bore (PR)
Varsi (PR) cuore preferiti
8 Km
Bardi (PR) cuore preferiti
11 Km
Newsletter
Iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato su questo borgo!