Registrati
Accedi
Mappa attività Rofrano (SA)Mappa
Arte e Cultura
Avventura
Enogastronomia
Natura
Relax e divertimento
Religione
Sport
Storia
Tradizione

Rofrano (SA)

Sostieni il borgo
format_list_bulletedCosa fare
restaurantMangiare e Bere
directions_busTrasporti
hotelDormire
Guarda altre fotoGuarda altre foto
Foto Rofrano (SA)
BENVENUTO A ROFRANO, IL BORGO DELLA LONGEVITA'!

Rofrano é un borgo campano di circa 1.550 abitanti arroccato su una collinetta a 450 m sul livello del mare, che rientra nel territorio del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

Le campagne intorno al paese sono bellissime e fertili ... . Quattro monti racchiudono Rofrano: il Monte Sacro o Gelbison, il Cervati, il Monte Rotondo e il Centaurino. Percorrendo la strada da Laurito verso Rofrano potrete ammirare un meraviglioso spettacolo di burroni e vivere un viaggio pieno di emozioni. Lungo i numerosi corsi d'acqua che attraversano il paese e i suoi dintorni si possono ancora rinvenire i resti degli antichi mulini ad acqua. Attraversati due fiumi, il Fiume Sacro e il Faraone, si sale verso il borgo. 

Circondato da vasti castagneti ed uliveti, il centro storico del borgo era originariamente racchiuso in una cinta muraria medievale con 4 torri e 3 porte di accesso, delle quale soltanto una é rimasta ancora in vita, Porta Sant'Antuono, affiancata da una torretta. Partendo dal Santuario di Santa Maria di Grottaferrata si scende al paese vecchio, arroccato sulla discesa di una collinetta. Il borgo é attraversato da scalette e stretti vicoli che un tempo pullulavano di artigiani, su cui esistono abitazioni private ormai perlopiù disabitate; avventurandovisi senza conoscerlo, si rischia di perdersi quasi come in un labirinto. 

Gli amanti delle passeggiate nella natura incontaminata nonché di trekking specialistici di più giorni ameranno Rofrano. Lungo tutto il territorio si sviluppa infatti un'antica rete di sentieri e vie di comunicazione, in un contesto paesaggistico e naturalistico di grande bellezza da apprezzare in tutte le stagioni dell'anno. La via più suggestiva è quella che conduce alla cima del Monte Sacro, indubbiamente la più importante di tutto il Parco Nazionale; veniva impiegata un tempo dai pellegrini in cammino dalla Basilicata e della Calabria. Gli sportivi più avventurosi adoreranno l'accidentato corso del Fiume Faraone, dove poter fare attività come il torrentismo, nelle forre dell'Emmisi e delle Fistole; senza tralasciare la risalita del canyon di Monte Rotondo con la Cascata dello Scanno del Fuoco. Gli appassionati di arrampicata sportiva troveranno tante falesie dove poter praticare anche l'esplorazione speleogica delle cavità carsiche. Per i cicloamatori, si consigliano i viottoli immersi tra gli splendidi boschi di cerro e di castagno che circondano il centro abitato. Recentemente è stato recuperato un antico sentiero, il Sentiero dei Monaci, che si presume collegasse il monastero basiliano del borgo con i vicini cenobi di Policastro Bussentino e San Giovanni a Piro, suoi possedimenti; l'intera area è attrezzata con panchine, pannelli esplicativi e segnaletica direzionale.

Il borgo di Rofrano è questo e molto altro ancora...

Curiosità

  • Rofrano é stata oggetto di un'importante inchiesta alimentare svoltasi nel 1954, continuata fino al 1995, effettuata dall'Istituto della Nutrizione del Consiglio Nazionale delle Ricerche ad opera dell'Istituto Luce e della quale si conservano ancora i filmati. L'inchiesta mirava allo studio dei bisogni e consumi della popolazione italiana dell'epoca, praticati in particolare su quella popolazione che viveva nelle zone più disagiate della penisola. Recentemente si é scoperto che la popolazione di questi territori é di gran lunga piu longeva di quella di altre zone prese a campione; questa scoperta ha portato alla rivalutazione della dieta di un tempo e di stili di vita quasi scomparsi. E' grazie a questa inchiesta che venne descritta per la prima volta quella che in seguito diventerà famosa: la dieta mediterranea.

  • L'accattivante posizione geografica di Rofrano, tra l'entroterra e le valli interne, e il suo territorio interamente montano ma non distante dal mare, lo rendono la base ideale per diverse mete di visita, tra le quali: quella al Massiccio del Cervati (1.898 mt.), il tetto della Campania, con le sue spettacolari gole, gli inghiottitoi, le forre e le limpide sorgenti; quella alla Grava di Vesalo, imponente condotto ipogeo dove - dopo un salto nel vuoto di circa 100 metri - spariscono le acque del Torrente Millenzio; quella all'Affondatore di Vallivona, un pozzo carsico all'interno di una valle di deposito glaciale.

  • Nel paese, circondato da vasti castagneti ed uliveti, é ancora molto curata la raccolta delle castagne e delle olive.

  • Grazie a diversi allevamenti di ovini, caprini, bovini allo stato brado, viene prodotto il caciocavallo podolico D.O.P.

  • Tra le specialità gastronomiche e i prodotti tipici di Rofrano vi sono i "triddi", una pasta tipica locale preparata con la farina di castagne; i "cavatieddi", particolari gnocchi di patate; i "fusiddi al ragù cilentano"; il "pane di Rofrano"; i "pomodorini di Rofrano"; e il "bucchinotto", dolce a base di castagna. A quest'ultimo è dedicata una sagra che si svolge ogni anno nel mese di Ottobre: la Sagra del Bucchinotto



Cenni Storici
Il Canonico Domenico Antonio Ronsini ravvisa l'origine del nome nei suoi "Cenni storici su Rofrano" (Salerno, 1873) dall'antica Rufra del Sannio indicata da Virgilio nel VII libro dell'Eneide. Secondo altre tradizioni, il nome deriverebbe dalla quercia rovere che riveste le sue montagne. 

Il paese nuovo prese il nome dall'antico e si raggruppò intorno ad un cenobio di basiliani presso la Chiesa di Grottaferrata. Ruggiero II, re di Sicilia, concesse la badia e il feudo di Rofrano all'abate basiliano Leonzio nel 1131; il cenobio esisteva in realtà già dalla seconda metà dell'XI secolo. Giulio della Rovere, abate commendatario di Grottaferrata e futuro papa Giulio II, vendette poi il feudo di Rofrano per costruire le mura a difesa dell'abbazia di Grottaferrata.

La badia fu poi data in commenda al cardinale Giovanni Colonna e ciò produsse la rovina dei commendati. Il feudo di Rofrano passò poi nel XV secolo ad Arcamone, conte di Fondi e in seguito a Giovanni Carafa, conte di Policastro, il quale espulse gli ultimi basiliani, fece costruire il palazzo baronale, dominò da tiranno sul popolo e sul clero e finì spogliato dei suoi beni e maledetto dal popolo. Il feudo passò alla fine ai Tosone, finché nel 1806 scomparve del tutto.

Le vicende religiose furono molto importanti. La Chiesa officiata dai basiliani mantenne a lungo il rito greco. Nel 1583, il papa Gregorio XIII l'aggregò alla diocesi di Capaccio. Nel 1680, però, un certo Mons. Bonito in visita a Rofrano, ordinò che fossero bruciati tutti i libri e le scritture greche al fine di assicurare il trionfo della Chiesa latina sulla greca.

Continua a leggere
Rofrano informa:
 

Portale turistico di Rofrano, gestito dal Comune con la collaborazione della ProLoco

Eventi e Sagre
Mercatini di Natale e Villaggio di Babbo Natale
Mercati
DIC
06
location_on CAMEROTA (SA)
Illuminiamo il Borgo
Feste
DIC
08
location_on CAMEROTA E LE SUE FRAZIONI
Mercatino di Natale
Mercati
DIC
08
location_on ROFRANO (SA)
Telethon
Evento culturale
DIC
23
location_on ROFRANO (SA)
Visualizza tutti
Cosa fare
Chiesa della Madonna dei Martiri
Santuari, Chiese e Monumenti
Luogo ROFRANO (SA)
Porta Sant'Antuono
Santuari, Chiese e Monumenti
Luogo ROFRANO (SA)
Torre Baronale detta Torretta
Castelli e Fortezze
Luogo ROFRANO (SA)
Chiesa di San Nicola di Mira
Santuari, Chiese e Monumenti
Luogo ROFRANO (SA)
Visualizza tutti
Itinerari consigliati
Sentiero di Bambi - 'Walt Disney del Cilento' icona cuore
NATURALISTICO
Luogo partenza VALLE DELL'ANGELO (SA)
Durata media Durata media: 1.5 ore, mezza giornata
Sentiero dell'Angelo icona cuore
RELIGIOSO
Luogo partenza VALLE DELL'ANGELO (SA)
Durata media Durata media: 3 ore, mezza giornata
Itinerari da suggerire a Valle dell'Angelo (SA)? icona cuore
CENTRO STORICO
Luogo partenza VALLE DELL'ANGELO (SA)
Passeggiata del Festolaro icona cuore
NATURALISTICO
Luogo partenza VALLE DELL'ANGELO (SA)
Durata media Durata media: 2 ore, mezza giornata
Visualizza tutti
In primo piano
Ristorante Il Centauro cuore preferiti
ROFRANO (SA)
Ristorante
lunedì: 00:30–14:45,19–23:30 | martedì: Chiuso | mercoledì: 00:30–14:45,19–23:30 |...
Pizzeria-Braceria Da Ciclone cuore preferiti
ROFRANO (SA)
Pizzeria
B&B il Convivio cuore preferiti
ROFRANO (SA)
Bed & Breakfast
local_parkingParcheggio
free_breakfastColazione inclusa
da 25€
Ultime notizie
Fiera della Tagliata, replica di Davide Brillo al Sindaco Alfano
Sulla querelle in ordine alla Festa della Tagliata dopo il post pubblicato sulla propria pagina Facebook e ripresa dalla nostra Redazione e dopo la replica arri
SET
18
done Castelvetrano News
Leggi l'articolo
Caro energia, servono acquisti centralizzati
Arte, associazione nazionale più rappresentativa degli operatori del settore dell’energia elettrica e del gas — composta dal Presidente Marco Ferraresi di Arcadia Energia, Diego Pellegrino di Eroga En
SET
16
done Corriere
Leggi l'articolo
Conferenza stampa Anci Sicilia, Alfano: “Comuni in sofferenza. Chiediamo impegno ai candidati”
Oggi giovedì 14 settembre, nella Sala “Pio La Torre”, presso la sede dell’Assemblea Regionale Siciliana, si è tenuta una conferenza stampa, convocata dall’Anci
SET
14
done Castelvetrano News
Leggi l'articolo
POZZUOLI/ Camorra, si è pentito Gennaro Alfano
POZZUOLI - Dopo due mesi di carcere si è pentito Gennaro Alfano, 30 anni, elemento di spicco del nuovo cartello criminale "gli amici di Toiano". La sua decisione ha fatto scattate le misure di protezi
SET
14
done Centro
Leggi l'articolo
Rofrano, il centro d'Europa con il progetto
Cultura: Ci siamo! È in arrivo Take P.Art! #Back2thefuture, il progetto culturale che farà di Rofrano il centro d'Europa per più di una set..
SET
13
done Cilento notizie
Leggi l'articolo
Borghi vicini a Rofrano (SA)
Newsletter
Iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato su questo borgo!