Registrati
Accedi
Mappa attività Valdidentro (SO)Mappa
Arte e Cultura
Enogastronomia
Natura
Relax e divertimento
Religione
Storia
Tradizione

Valdidentro (SO)

Sostieni il borgo
format_list_bulletedCosa fare
restaurantMangiare e Bere
directions_busTrasporti
hotelDormire
Guarda altre fotoGuarda altre foto
Foto Valdidentro (SO)
BENVENUTO A VALDIDENTRO, IL BORGO DELLE DUE TORRI, NEL CUORE DEL PARCO NAZIONALE DELLO STELVIO!

Valdidentro, in provincia di Sondrio, è un comune lombardo di 4.147 abitanti, che sorge a 1.345 metri d’altezza, tra Bormio e Livigno, e fa parte della Comunità Montana Alta Valtellina ... .  

Situato nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio, tra la cima del monte Reit e la Cima Piazzi, il paese – noto nel Seicento come “Valle di Pedenosso”, dal nome di una delle sue frazioni – è il secondo più esteso della regione, arrivando fino ai confini con la Svizzera, e comprende, oltre alle frazioni di Pedenosso, Premadio, Semogo e Isolaccia, anche due valli – la Valle di Fraele e la Val Viola – meta ogni anno di numerosi visitatori, attratti dalle meraviglie paesaggistiche e dalle tante attività sportive che il territorio offre, sia d’inverno che d’estate, grazie alle diverse piste da sci (alpino e di fondo) che nei mesi estivi si trasformano in itinerari escursionistici con vari livelli di difficoltà.

In particolare, a Pedenosso potrete ammirare da vicino la magnificenza del Monte delle Scale; a Semogo, alle pendici della Cima Piazzi, tra la Val Viola e la Valle del Foscagno, potrete visitare un paese che mantiene nel tempo la sua autenticità, venendo catapultati nell’atmosfera della vera vita di montagna; passando per Premadio, potrete recarvi alle storiche terme dei Bagni Vecchi e dei Bagni Nuovi, dove l’acqua termale, che sgorga tra i 35° ed i 40° da varie sorgenti nella roccia del Monte Reit, ha un prezioso potere curativo; a Isolaccia, immersi tra boschi e prati, potrete praticare diverse attività sciistiche, usufruendo di piste e impianti di risalita moderni che arrivano fino a 2.500 metri, ma anche tennis e pattinaggio nell’attrezzato centro sportivo. Importante meta è la pista di fondo Viola, con il poligono di Biathlon e il vicino Ski-Stadium, dedicato agli Azzurri italiani, che offre la possibilità di praticare diverse discipline non solo invernali, come lo sci di fondo, ma anche estive, come mountain bike, arrampicata e skiroll.

Rilassandovi in mezzo alla natura, rimarrete affascinati dalla bellezza del torrente Viola Bormina, che attraversa Valdidentro in tutta la sua lunghezza, dagli sterminati pascoli, che in passato erano meta della transumanza di bovini e ovini provenienti da tutta la pianura lombarda, e dal Monte Masucco con i suoi boschi di larici e abeti. Potrete ammirare anche i tesori custoditi nelle numerose chiese disseminate per tutto il territorio, le due vecchie Torri di Fraele e i resti della Prima Guerra Mondiale accuratamente conservati nella Caserma scavata nella roccia del Monte delle Scale. 

Da vedere anche i due laghi artificiali di Cancano, che riforniscono di energia la centrale idroelettrica di Premadio, importante per tutta la Regione Lombardia. 

Di sera, potrete gustare i piatti tipici della zona a base di pizzoccheri, bresaola, sciatt, formaggi e vini valtellinesi, e potrete divertirvi fino a tardi nei vari locali e disco-pub del paese.

Il borgo di Valdidentro è questo e molto altro ancora...

Curiosità

  • Il nome del borgo in dialetto valtellinese è Val de Dint. Gli abitanti sono detti pedenosser per Pedenosso, peneglia o premaiot per Premadio, semoghin per Semogo e cozzin per Isolaccia. 

  • Fino agli inizi dell’800, prima della costruzione dello stradone dello Stelvio, Valdidentro costituiva il luogo di passaggio di mercanti bormini che sulle strade di Umbrail e Fraele trasportavano le loro merci, specialmente otri di vino acquistati in Valtellina e sale minerale acquistato presso le miniere di Hall, vicino Innsbruck.   

  • Nel XVII secolo, il borgo di Valdidentro fu tristemente noto per la persecuzione di un gran numero di abitanti, accusati di stregoneria e di venerare satana. In particolare Semogo, tra il 1630 e il 1632, vide la sua popolazione decimata. 

  • Le famose acque termali del paese furono celebrate già nel 500 da Aurelio Cassiodoro, che esaltò il loro potere terapeutico contro la podagra, e probabilmente ne parla anche Plinio il Vecchio nella sua Naturalis Historia del 77-78 d.C. 

  • Nel 2019, Isolaccia e Pedenosso sono stati inseriti nel dossier olimpico di Milano-Cortina 2026 e proprio in occasione delle Olimpiadi Invernali di Milano-Cortina 2026, il paese ospiterà le paralimpiadi invernali di fondo e di biathlon

  • L’8 settembre si celebra la festa patronale in onore della Natività di Maria Vergine. 

Continua a leggere
Eventi e Sagre
Gustautunno
Sagre
OTT
14
location_on VALDIDENTRO (SO)
Cosa fare
Le Torri di Fraele
Castelli e Fortezze
Luogo VALDIDENTRO (SO)
Chiesa dei Ss. Martino e Urbano
Santuari, Chiese e Monumenti
Luogo VALDIDENTRO (SO)
Chiesa di S. Gallo
Santuari, Chiese e Monumenti
Luogo VALDIDENTRO (SO)
In primo piano
Pienzi Formaggi di Capra - Spaccio Aziendale cuore preferiti
VALDIDENTRO (SO)
Prodotti tipici
Bresidence Edelweiss - Active Alps Adventures cuore preferiti
VALDIDENTRO (SO)
Bed & Breakfast
L'involt cuore preferiti
VALDIDENTRO (SO)
Ristorante
Rifugio Ristoro Val Fraele cuore preferiti
VALDIDENTRO (SO)
Ristorante
Borghi vicini a Valdidentro (SO)
Livigno (SO) cuore preferiti
12 Km
Newsletter
Iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato su questo borgo!