Registrati
Accedi
Mappa attività Valle dell'Angelo (SA)Mappa
Arte e Cultura
Avventura
Enogastronomia
Natura
Relax e divertimento
Religione
Storia
Tradizione

Valle dell'Angelo (SA)

Sostieni il borgo
format_list_bulletedCosa fare
restaurantMangiare e Bere
directions_busTrasporti
hotelDormire
Guarda altre fotoGuarda altre foto
Foto Valle dell'Angelo (SA)
BENVENUTO A VALLE DELL'ANGELO, IL BORGO IL PIU' PICCOLO DELLA CAMPANIA DEFINITO "IL REGNO DI BAMBI"!

Valle dell'Angelo è un piccolo borgo campano di soli 225 abitanti, che sorge a 620m s.l.m., nell'alta Valle del Calore Lucano ... . Adagiato sulle pendici del monte Ausinito, è immerso nel cuore dello splendido Parco Nazionale del Cilento e Valle di Diano.

Il borgo gode di un incredibile patrimonio ambientale. Lo si evince dalle numerose sorgenti formatesi nel corso del tempo in questa meravigliosa cornice geologica. Il fiume Calore infatti, corso d'acqua principale che attraversa il borgo fino ad immettersi nel fiume Sele, ha permesso la formazione di valli e di conche nella sua prossimità, ad oggi godibili proprio nel borgo di Valle dell'Angelo tramite sentieri appositi. A sud del centro abitato è possibile visitare la sorgente del Festolaro, situata all'interno dell'omonima grotta di natura carsica, e raggiungibile attraverso una galleria artificiale scavata nella montagna lunga oltre 220 metri. Al suo interno rimarrete incantati dagli incredibili giochi di luce e dalle formazioni carsiche che ricoprono parte della grotta, somiglianti a dei polipi in miniatura. Davanti alla grotta, potrete rilassarvi all'ombra di enormi alberi di noci, piantanti nel periodo del brigantaggio.

Tutelato dal Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, Valle dell'Angelo vanta un prezioso sistema eco-biologico. Seppure le limpide acque del fiume Calore si caratterizzino per la presenza di specie protette come la lontra, è l'entroterra del borgo a riservare piacevoli sorprese. Una ricca fauna trova infatti proprio nei boschi di questa magnifica valle il proprio habitat naturale. Se volete vivere una vera e propria favola, non perdetevi il cosiddetto "Sentiero di Bambi", che prende il nome dalla sua caratteristica peculiare: la presenza di 300 cervi e 80 caprioli. La "Walt Disney del Cilento" si trova a circa 1000 metri di altitudine, percorrendo un piacevole percorso alberato adatto a tutte le fasce di età, in particolar modo ai fanciulli, che potranno incontrare dal vivo uno splendido "esemplare di Bambi". Non a caso Valle dell'Angelo è stata definita la "Città dei Bambini", per le favorevoli condizioni che la stessa mette a disposizione dei più piccini.

Fin dall'antichità, il borgo è meta di pellegrinaggi per la presenza della Grotta di San Michele Arcangelo, un santuario rupestre risalente al periodo longobardo, raggiungibile a piedi tramite un meraviglioso percorso. Al suo interno è custodita la piccola statua dell'Arcangelo Michele in atteggiamento di difesa, con un braccio spezzato e l'altro che regge uno scudo con su scritto "Quis ut Deus?", locuzione latina che significa: "Chi è come Dio?". 

Il borgo di Valle dell'Angelo è questo e molto altro ancora...

Curiosità

  • Nel 2019 il sindaco Salvatore Iannuzzi, per valorizzare il territorio e favorire il turismo nel periodo autunnale, decise di istituire un'iniziativa chiamata "un weekend al borgo". Essa consisteva nel regalare un weekend nella suite di un albergo a 5 stelle al centro del paese, ad una condizione: pranzare e cenare nei ristoranti e nelle locande del paesino.

  • Nel 1911, Valle dell’Angelo fu gravemente colpita da un'epidemia di colera al punto tale che fu inviato sul posto un medico di Salerno, il quale si vide costretto ad adottare misure drastiche per limitare i danni provocati dal morbo.

  • In Località Pruno, in mezzo ai boschi, risiede una piccolissima comunità che ha scelto di vivere in uno stato di completo isolamento.

  • Il corso del fiume Calore è tortuoso e spettacolare, e per questo vi si svolgono anche campionati di canoa. 

  • Il borgo ha ospitato figure brillanti come Mario Cammarota, pittore e restauratore di grande talento, e Don Barbato Iannuzzi, definito "il Don Milani della Valle del Calore”, un sacerdote molto intraprendentche che operò durante il drammatico periodo del Primo Conflitto Mondiale.

  • Tra i piatti tipici del borgo, imperdibili sono il caciocavallo locale, gli insaccati, il prelibato olio rustico e i cavatelli; questi ultimi presentano un formato fuori standard e vengono tradizionalmente cavati a 4 dita.

Citazioni famose

  • Con la proclamazione dell'unità d'Italia, a cui Piaggine Sottane aderisce, si determinò una crisi lunga e profonda. Quando la legge dell'agosto 1861 unificava il debito pubblico del Regno Sardo, che era il doppio di quello di Napoli, questo fu un grosso peso per il sud, dove l'economia era stata fortemente vilipesa dalla caduta dei prezzi agricoli, dalle industrie domestiche e da quelle industriali, che erano l'asse portante dell'economia. Inoltre il problema delle terre non era stato ancora risolto: ciò comportò il permanere di grandi latifondi e di conseguenza la classe rurale era sempre più povera. Si venne ad attuare il "protezionismo", ideato dagli industriali nordici, determinando aumenti dei prodotti industriali "protetti". Le speranze, quindi, andarono deluse, perché a quella unità non corrispondeva l'unità degli italiani. Il popolo vedeva ad un esercito d'occupazione, quello austrico, sostituirsi un altro esercito, il proprio, che si comportava peggio del precedente. Il popolo cilentano, dunque, per secoli vittima delle angherie dello straniero, si vide tradito per l'ennesima volta da quegli stessi che esso aveva chiamato per creare la nuova nazione. Cit. Antonio Infante, Valle dell'Angelo e la grotta, 1995.



Cenni Storici
Il borgo di Valle dell'Angelo affonda le sue radici nel lontano X secolo d.C., periodo in cui i monaci basiliani in fuga dalle persecuzioni in atto in Siria e nell'Epiro, si rifugiarono nelle regioni meridionali d'Italia. Questi ultimi, ai quali la cittadina deve tanto, effettuarono una importante opera di risanamento, che si rivelò fondamentale per l'economia del paese quando, nel VI secolo, uscì sconvolto dalla lunga e violenta guerra greco-gotica. 

A testimoniare la loro presenza nella zona, l'appellativo "li Piroti" (gli Epiroti) col quale sono noti gli abitanti di Valle dell'Angelo, oltre a due cenobi da loro fondati: Sant'Arcangelo di Campora e San Vito di Fogna (Villa Littorio). Fu proprio attorno a questi monasteri che si radunarono le genti delle zone limitrofe, iniziando a coltivare le terre. 

Dal XIV secolo il borgo divenne casale di Laurino, sotto la giurisdizione della Badia di Cava; Laurino - fondato dai Longobardi che vi edificarono il castello - aveva acquisito un'importanza tale da divenire Stato feudale, con casali alle sue dipendenze, tra i quali appunto Valle dell'Angelo. 

Nel 1571 due casali - quello di Valle e quello di Piaggine - si staccarono da Laurino, lasciando soltanto il casale di Fogna (odierna frazione di Villa Littorio). 

Nel 1873 il borgo divenne Comune autonomo col nome di Piaggine Sottane (per distinguerlo da Piaggine Soprane, l'odierno Comune di Piaggine). Ancora oggi permane nella memoria popolare il toponimo "Casaletto" di Piaggine , da cui deriva l'indicazione degli abitanti come "casalettari" (oltre che come "vallangiolesi"). 

Successivamente ottenne di chiamarsi Valle dell'Angelo.

Continua a leggere
Valle dell'Angelo informa:
Si ringraziano Andrea Irace per i contenuti e Gianfranco Vitolo per parte del materiale fotografico.

Eventi e Sagre
Bianco Tanagro XI Festival del Carciofo Bianco
Sagre
APR
25
location_on AULETTA (SA)
Festa patronale di S. Michele Arcangelo (Maggio)
Feste
MAG
08
location_on SANT'ANGELO A FASANELLA (SA)
Festa di San Michele Arcangelo
Feste
MAG
08
location_on VALLE DELL'ANGELO (SA)
Infiorata Salviana
Feste
GIU
14
location_on SAVOIA DI LUCANIA
Visualizza tutti
Cosa fare
Grotta di San Michele Arcangelo
Santuari, Chiese e Monumenti
Luogo VALLE DELL'ANGELO (SA)
Palazzi storici
Ville e Palazzi Storici
Luogo VALLE DELL'ANGELO (SA)
Chiesa di San Barbato
Santuari, Chiese e Monumenti
Luogo VALLE DELL'ANGELO (SA)
Piano del Bue e Timpa degli Antichi
Musei e Siti Archeologici
Luogo CORLETO MONFORTE (SA)
Visualizza tutti
Itinerari consigliati
Itinerari da suggerire a Valle dell'Angelo (SA)? icona cuore
CENTRO STORICO
Luogo partenza VALLE DELL'ANGELO (SA)
Passeggiata del Festolaro icona cuore
NATURALISTICO
Luogo partenza VALLE DELL'ANGELO (SA)
Durata media Durata media: 2 ore, mezza giornata
Sentiero dell'Angelo icona cuore
RELIGIOSO
Luogo partenza VALLE DELL'ANGELO (SA)
Durata media Durata media: 3 ore, mezza giornata
Sentiero di Bambi - 'Walt Disney del Cilento' icona cuore
NATURALISTICO
Luogo partenza VALLE DELL'ANGELO (SA)
Durata media Durata media: 1.5 ore, mezza giornata
Visualizza tutti
In primo piano
B&B Melanella Paestum cuore preferiti
VALLE DELL'ANGELO (SA)
Bed & Breakfast
Osteria cuore preferiti
VALLE DELL'ANGELO (SA)
Ristorante
Santa Margherita Sas cuore preferiti
VALLE DELL'ANGELO (SA)
Ristorante
Ristorante Pizzeria L'Uorto cuore preferiti
VALLE DELL'ANGELO (SA)
Ristorante
Ristorante Pizzeria L'Uorto a Valle dell'Angelo in provincia di Salerno nel Cilento, solo piatti...
Borghi vicini a Valle dell'Angelo (SA)
Sacco (SA) cuore preferiti
4 Km
Newsletter
Iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato su questo borgo!