Registrati
Accedi
Arte e Cultura
Avventura
Enogastronomia
Relax e divertimento
Storia
Tradizione
home
format_list_bulleted
Cosa fare
restaurant
Mangiare e Bere
event
Eventi e Sagre
store
Artigiani
Esperienze e Itinerari
hotel
Dormire
format_list_bulleted

Castel Tonini a Buti

Castelli e Fortezze
Preferito
Castel Tonini
Indirizzo
BUTI (PI)
Via Annibale Marianini, 37
IndicazioniIndicazioni
Descrizione
Situato sulla riva destra del Rio Magno, in posizione dominante sulla vallata di Buti, Castel Tonini nacque intorno al X secolo, quando esisteva solo una torre di avvistamento. Dopo la costruzione delle prime case, divenne un nucleo abitativo e si rese necessario edificare la cinta muraria difensiva con tre torri adiacenti ai portali di accesso, uno dei quali - lungo via Marianini - è l’unica eredità rimasta.

Nel XII secolo, Castel Tonini fu al centro del sistema di fortificazioni della frontiera Firenze-Pisa che assicurava il controllo del territorio di Buti. Subì numerosi attacchi dai lucchesi, che lo conquistarono. Ospitò, inoltre, le due guerre contro Firenze. Nel 1496 i fiorentini invasero il borgo radendo al suolo parte del Castello.

Terminato il dominio di Firenze su Pisa, nel 1628 la fortezza venne restaurata in stile neorinascimentale dalla famiglia Schiavini Cassi, che ne fece una dimora di prestigio. Un ulteriore restauro avvenne nei primi del Novecento: furono instaurate delle bifore gotiche sulla medievale mole massiccia del Castello, che gli conferirono l'aspetto tipico del Castello medievale.

Successivamente passò nelle mani della famiglia Tonini da cui prende il nome attuale. I Tonini erano grandi proprietari terrieri che, ridotti al lastrico, vendettero il Castello al noto stilista fiorentino Salvatore Ferragamo nel 1920. Alla morte dello stilista, sua sorella Rosina ne entrò in possesso, ma nel 1981, poiché la costruzione versava in uno stato di degrado, il Comune lo acquistò alla cifra di 12 milioni di lire. 

Oggi, in assenza di fondi per restaurare il Castello, nell'unica area rimasta accessibile si trovano il circolo Arci Castel Tonini e la sede della contrada San Rocco.

Scendendo dal Castello si può facilmente raggiungere il centro del paese, che conserva ancora le sue caratteristiche medievali.

Curiosità

  • Durante il secondo conflitto mondiale, il Castello venne adibito a calzaturificio, con circa duecento lavoratori che producevano le scarpe per l'esercito.

  • Per l'assenza di fondi, non è stato possibile realizzare il progetto dell'architetto Frassi, che prevedeva di destinare i quattro piani del castello a biblioteca, pinacoteca e foresteria, con qualche camera nei piani più alti. Esiste poi un altro progetto tuttora presente in Comune, che prevede il recupero dell'antico castello.

  • Ancora oggi il Comune di Buti sarebbe in cerca di fondi per la ristrutturazione del Castello, o anche di privati che possano acquistarlo. 

  • Nel 1637 fu edificato il Santuario di San Rocco anche se fu terminato solo nei primi dell'Ottocento racchiudendo la struttura del Castello. 

Borghi vicini a Buti (PI)
Calci (PI)
6 Km
In primo piano
Fiera Nazionale degli Uccelli
Feste
SET
05
location_on CAPANNOLI (PI)
07.00-20.00
Palio dei cavalli
Evento culturale
GEN
15
location_on BUTI (PI)