Registrati
Accedi

4 località dove andare al mare in Toscana

La Toscana è una regione completa in quanto offre le più svariate opportunità per un turismo di ogni genere: da quello culturale nei famosi centri storici, a quello naturalistico sia di mare (litorale tirrenico) che di montagna (Appennino Tosco-Emiliano).

Un'attrattiva di sicuro impatto che richiama ampie fasce di visitatori è rappresentata dal mare, che in questi luoghi ha un aspetto molto dissimile, in quanto le coste rocciose sono intervallate ad ampie distese sabbiose e in cui gli scogli affioranti interrompono la continuità delle acque intensamente azzurre.

 

1. Versilia

Questa zona in provincia di Lucca, nota soprattutto alle cronache mondane, che si estende dal Parco di San Rossore alle prime pendici delle Alpi Apuane, è famosa principalmente per località come Viareggio e Forte dei Marmi, caratterizzate da lunghe distese di sabbia finissima che si accumula nelle inconfondibili dune costiere.

Simbolo di un turismo raffinato, elegante e che soggiorna abitualmente in pregiati contesti residenziali, questa regione è nota per i paesaggi immersi nel verde, dove il clima è sempre gradevole grazie a una costante ventilazione.

 

 

Forte dei Marmi, un centro che si è sviluppato intorno ai resti dell'antica fortezza, offre l'occasione per alternare la tradizionale vita di spiaggia a lunghe escursioni nei boschi che, in alcuni punti, arrivano a lambire il litorale.

Dagli anni '60, quando "il Forte" era diventato un'icona per un certo tipo di vacanzieri attratti non soltanto dalla vita mondana, ma anche dalle numerose proposte culturali, questa cittadina si è mantenuta un insuperabile polo d'attrazione.

Località chic ed esclusiva, da sempre in competizione con i più famosi centri della Sardegna e della Costa Azzurra, Forte dei Marmi è considerato un piccolo gioiello naturale, in grado di offrire una vacanza ad ampio raggio tra mare e montagna.

Il litorale, perfettamente organizzato, si distingue per la presenza di splendidi stabilimenti balneari, che spesso hanno l'aspetto di veri e propri Centri Benessere.

Un arenile sabbioso molto ampio con fondali piuttosto bassi può essere la meta ideale per una vacanza in famiglia, anche con bambini.

La vita notturna è un'altra attrattiva del Forte, dove sorge la celeberrima Capannina, fondata nel lontano 1929 e ancora oggi simbolo del divertimento.

 

Pietrasanta, che è considerata la capitale artistica della Versilia, si trova spostata leggermente verso l'interno, ma permette di rilassarsi anche in spiaggia accedendo a Marina di Pietrasanta.

Questo centro affacciato sul mar Tirreno è una località molto tranquilla, ideale per un soggiorno all'insegna del relax, anche per le lunghe distese di spiaggia intervallate da suggestive zone di macchia mediterranea.

Mare, pinete e montagne sono le principali attrattive che si possono trovare in questa località, frequentata anche da un turismo internazionale che apprezza il lungo arenile bagnato da acque cristalline e sempre tiepide, ideali per nuotare anche fuori stagione.

 

Viareggio, che è il centro più meridionale della Versilia, per secoli è stato l'unico collegamento col mare di Lucca e anche attualmente ha tutte le caratteristiche di un importante porto sul Tirreno.

Il suo centro urbano è famoso per un raffinato stile liberty che si può ammirare nei tanti palazzi storici e nelle antiche ville circondate da ampi parchi.

È la città più importante della Versilia, dove è piacevole soggiornare anche fuori stagione per le numerose proposte culturali disponibili tutto l'anno e per la sua posizione strategica tra il Tirreno e le Alpi Apuane, spesso innevate.

 

2. Argentario

L'Argentario è un promontorio in provincia di Grosseto bagnato dal mar Tirreno e localizzato nella famosa Laguna di Orbetello che si trova lungo la costa toscana.

Tutta la zona costiera ha un aspetto selvaggio e primitivo che, nonostante la presenza di alcuni centri famosi (come Porto Ercole e Porto san Giorgio), mantiene inalterate le sue caratteristiche naturali dove la macchia mediterranea è particolarmente sviluppata.

La maggior parte delle spiagge balneabili sono raggiungibili a piedi, scendendo dalla collina retrostante, oppure via mare, poiché dirupi scoscesi e impervi scendono a picco sulla costa, creando veri anfiteatri naturali.

Una volta raggiunte le calette rocciose che si susseguono principalmente sulla costa nord-occidentale, è possibile scoprire fantastiche spiaggette nascoste dove trascorrere momenti in completo relax e nel più assoluto silenzio.

 

 

Una delle spiagge più accessibili e più frequentate è la Giannella, localizzata tra il mare e la Laguna di Ponente, dove la distesa di sabbia è continuamente interrotta da fitta vegetazione mediterranea.

Sabbia fine e chiara, fondali bassi, acque tiepide quasi tutto l'anno sono i principali vantaggi che rendono questo luogo uno dei più ricercati della zona.

Chi ama passeggiare lungo la battigia può fare lunghe escursioni per oltre 8 chilometri, dalla foce del fiume Albegna al canale di Santa Liberata, da cui si può apprezzare la visione di tramonti scenografici di incomparabile bellezza.

Oltre alla Giannella, l'Argentario offre anche altre spiagge libere oppure organizzate, ma sempre poco frequentate, in quanto il turismo di massa non è ancora arrivato a colonizzare questi luoghi.

All'Argentario il paesaggio è spesso punteggiato dalle rovine di vecchi borghi, i cui ruderi creano un forte contrasto visivo con la calma delle acque marine che, in questa zona, sono scarsamente interessate dal moto ondoso.

 

La spiaggia della Cacciarella è un piccolissimo tratto di arenile sabbioso che si è sviluppato tra due scogliere e che ha mantenuto l'aspetto di un luogo selvaggio e primitivo, anche perché privo di stabilimenti balneari.

Il litorale non è adatto per famiglie con bambini, mentre può essere un ideale punto di partenza per escursioni in barca o per sport acquatici, dato che i fondali sono bellissimi, profondi e privi di scogli.

L'arenile è interrotto da varie grotte tra cui la famosa "Grotta del Turco", dalle dimensioni tanto estese da poter essere visitata comodamente.

 

La spiaggia più frequentata dell'Argentario è quella di Cala Grande, una zona molto riparata che offre un accesso favorevole a imbarcazioni di ogni tipo.

Pur essendo piuttosto corta (circa 500 metri), questa spiaggia è frequentatissima durante l'estate per la limpidezza delle acque e per il clima particolarmente favorevole, grazie alla macchia mediterranea che arriva fino quasi al mare.

Il litorale è in parte organizzato con stabilimenti balneari facilmente accessibili sia via mare che per terra, poiché alcune zone sabbiose si prestano all'installazione di ombrelloni, brandine e poltrone.

Dopo l'abitato di Porto Ercole, si susseguono numerose calette sassose o ghiaiose a libero accesso, dove è possibile fermarsi per una giornata di mare portandosi dietro tutto ciò che serve, poiché le zone non organizzate sono ancora selvagge.

L'Argentario offre l'opportunità di organizzare vacanze all'insegna della natura e basate su rilassanti passeggiate immerse nella macchia mediterranea e lunghe nuotate nelle acque trasparenti e tiepide del Tirreno.

Meno esplosivo della Versilia ma sempre orientato verso un turismo di élite, l'Argentario viene considerata una delle località più caratteristiche della Toscana, anche per la sua localizzazione geografica in mezzo al mare.

 

3. Isola d'Elba

L'Isola d'Elba è considerata un'oasi dell'arcipelago toscano, dove la natura regna ancora incontrastata poiché il turismo di massa non è riuscito ad alterare gli equilibri naturali di fauna e flora.

Questo piccolo angolo di paradiso si caratterizza per lunghe distese di spiagge dorate, lambite da acque cristalline, su cui si rispecchiano massicci granitici e scogli affioranti che contribuiscono a creare paesaggi quasi irreali.

Il litorale dell'isola è una continua alternanza tra anfratti rocciosi, scogli, dirupi, vegetazione e baie sabbiose, che nel complesso caratterizzano la biodiversità degli arenili, forgiati dal vento incessante in tutte le stagioni ad ogni ora del giorno.

 

 

L'Isola d'Elba è infatti famosa per il suo clima fresco e ventilato, che la rende la meta ideale per famiglie con bambini oppure per chi è alla ricerca di tranquillità e relax.

Grazie all'opera dell'uomo, che si prolunga da secoli, l'isola è organizzata prevalentemente con terrazzamenti sul mare, che degradano dolcemente sulle pendici collinari.

Le spiagge dell'Elba sono tutte differenti tra loro poiché le lunghe strisce di sabbia si accostano a scogliere di liscio granito e a calette di ciottoli argentati.

La principale attrattiva dell'isola rimane comunque il mare, dalle acque cristalline, trasparenti, tiepide e non particolarmente profonde: molti hanno paragonato l'isola ai paesaggi caraibici, proprio per il colore e la limpidezza dei fondali.

Una caratteristica peculiare dell'Elba è quella di avere soltanto spiagge a libero accesso, per cui i turisti possono raggiungere qualsiasi punto dell'arenile organizzandosi individualmente; tuttavia alcune aree del litorale sono servite da stabilimenti balneari attrezzati dove è possibile noleggiare cabine, ombrelloni e brandine.

Oniriche, lunari, favolose e selvagge, le spiagge dell'Elba sono spesso poco frequentate perché difficilmente raggiungibili, se non per mare o a piedi.

 

La spiaggia della Biodola, che si trova sulla costa settentrionale a 10 km da Porto Ferraio, si distingue per una lunga striscia di sabbia soffice e dorata con un fondale che degrada lentamente.

È possibile raggiungere il litorale anche in auto oppure con mezzi pubblici, e proprio per questo motivo la zona è frequentata da famiglie con bambini e da sportivi che amano lunghe nuotate.

 

La spiaggia della Padulella appartiene al gruppo degli arenili bianchi della costa settentrionale isolana, ed è una delle più amate dai turisti per la sua suggestiva bellezza, oltre che per un clima temperato e fresco.

L'arenile è controllato da alte falesie bianche, che tuffandosi nel mare cristallino creano delicati contrasti cromatici, anche per l'estrema trasparenza del mare che permette di vedere i fondali anche in profondità.

La spiaggia è formata da piccoli ciottoli bianchi e levigati che consentono di passeggiare comodamente in riva al mare.

Questa cala, che fa parte di una zona biologicamente protetta, è una riserva marina per cui l'acqua è ricchissima di pesci, anche di specie rare.

 

Marina di Campo è una delle località più famose dell'Isola d'Elba, per la presenza di numerose strutture di accoglienza (hotel, appartamenti e b&b), e per la bellissima e ampia spiaggia che si estende per circa un km e mezzo, essendo così la più lunga di tutta l'isola.

Le due località di Fetovaia e Cavoli sono formate da sabbia dorata di origine granitica, che contrasta cromaticamente con il blu intenso del mare.

 

Fetovaia è uno dei lidi più suggestivi dell'Elba in quanto si inserisce in uno spettacolare contesto naturale tra scogliere granitiche a picco sul mare e litorali cristallini.

Anche se è lunga soltanto 200 metri, questa spiaggia è una delle più frequentate anche per la presenza del selvaggio promontorio di Punta Fetovaia, ricoperto di macchia mediterranea, che offre l'opportunità di praticare interessanti escursioni immersi nella natura.

Il promontorio ripara l'arenile dai forti venti di tramontana, favorendo un microclima ideale anche nella stagione invernale.

La spiaggia è in parte libera e in parte occupata da stabilimenti balneari, e può essere facilmente raggiunta anche con i mezzi pubblici.

 

Esposta a sud e riparata dal monte Capanne, la spiaggia di Cavoli si trova nell'omonima baia caratterizzata da un mare cristallino, limpido e turchese.

Formata principalmente da sabbia granulosa che non si attacca alla pelle, la spiaggia si affaccia a una fantastica insenatura circondata da lunghe scogliere e dalla macchia mediterranea, che arriva fino a lambire le onde marine.

Lungo più di 350 metri, l'arenile è diviso in due parti da un tratto di scogliera che separa la più ampia zona orientale, ricca di stabilimenti balneari, da quella occidentale, libera e frequentata da chi è alla ricerca di tranquillità e silenzio.

Cavoli è una delle spiagge più mondane dell'Elba e pertanto è frequentata soprattutto da giovani e da chi ama divertirsi, soprattutto con beach party.

 

4. Isola del Giglio

L'Isola del Giglio, che fa parte dell'arcipelago toscano, è una località frequentata da turisti che amano silenzio, solitudine e contemplazione.

Ideale per una vacanza alternativa all'insegna delle escursioni e di una vita di spiaggia selvaggia e primitiva, questa isola garantisce una lunga stagione estiva, moderatamente calda e molto ventilata, con un clima temperato e poche precipitazioni.

Nelle aree collinari dell'entroterra insulare la macchia mediterranea ricopre tutto il territorio, offrendo l'occasione di interessanti passeggiate in un contesto completamente naturale.

 

 

Il litorale dell'Isola del Giglio è caratterizzato da un continuo susseguirsi di insenature e promontori, dove i fondali sono immediatamente profondi e l'arenile è ghiaioso.

Soltanto alcune zone che si trovano nella parte nord-occidentale isolana hanno spiagge sabbiose e quindi adatte per famiglie con bambini oppure per chi ama la classica vacanza al mare.

L'isola è raggiungibile via mare con traghetti che nei mesi estivi sono piuttosto numerosi.

In questo contesto isolano, è possibile praticare attività sportive come pesca subacquea, canoa, nuoto e immersioni, che consentono di ammirare specie rare di fauna e flora autoctone.

Il Giglio offre anche la possibilità di effettuare arrampicate, poiché in questa zona sono presenti numerosissimi blocchi di granito, non troppo alti ma con una pendenza notevolissima.