Registrati
Accedi

Toscana le terme da non perdere

Per chi ama le terme, la Toscana è la regione ideale dove trascorrere una vacanza in ogni periodo dell'anno. Grazie alla sua particolare storia geologica che le conferisce una grande ricchezza di sorgenti di acque termali, la Toscana è una delle regioni che vanta il maggior numero di stabilimenti termali.

 

Immersi in riserve naturali e parchi di straordinaria bellezza, circondati da colline che producono rinomati vini, a due passi da borghi medievali e città culla di arte e scrigni di storia, i complessi termali toscani sono conosciuti sin dalle epoche antiche per i grandi benefici salutistici delle loro acque, a cui oggi si abbinano i più moderni comfort del relax e del benessere.

 

Un viaggio a Montecatini Terme

Situate nella Valdinievole, in provincia di Pistoia, le Terme di Montecatini erano conosciute sin dai tempi degli antichi romani. Le fonti sono alimentate da 4 sorgenti che conferiscono alle acque caratteristiche e proprietà salutistiche differenti: acqua leopoldina, acqua Regina, acqua Tettuccio, acqua Rinfresco. Nell'area ad usufruirne sono presenti ben 9 stabilimenti termali. A breve distanza da Firenze, Pisa, Versilia. Dal 2021 Montecatini Terme è stata dichiara patrimonio dell'Unesco nelle grandi città termali d'Europa.

 

Lo stabilimento termale di Tettuccio, situato in via Verdi, è uno dei più importanti al mondo per la cura idropinica. Conosciuto sin dal XIV secolo con il nome di Bagno Nuovo, deve il suo prospetto attuale all'architetto fiorentino Ugo Giovanozzi. La struttura dello stabilimento venne portata a termine nel 1928, rifacendosi al concetto delle antiche terme romane. L'intero complesso termale è immerso in un parco dove si trovano sequoie, glicini, allori, pini e gli immensi cedri del Libano. Caratteristica è la fonte termale del tempio, a forma di conchiglia, realizzata interamente in granito.

 

Cosa visitare a Montecatini Terme

A breve distanza dallo stabilimento di Tettuccio, in viale Verdi è possibile visitare il Palazzo Comunale in stile Liberty, risalente agli inizi del 1900, ospita al suo interno il museo MO.C.A., un museo interamente dedicato all'arte moderna dove è possibile ammirare opere di: Modigliani, Mirò e altri artisti famosi.

Attraverso un singolare viaggio con la funicolare, è possibile raggiungere il vicino borgo medievale di Montecatini Alto che rappresenta il vero centro storico. Il pittoresco borgo medievale conserva ancora la torre, con accanto la chiesa di San Pietro, un tempo annessa al castello medievale. Più avanti, dall'altro lato, attraversando il ciottolato, si raggiunge la torre di Lemmi con il raro orologio a 6 ore, testimonianza della tradizione del 1500. Proseguendo lungo le vie del borgo è possibile visitare le chiese di Sant'Jacopo e Filippo in stile barocco e il convento di Santa Maria a Ripa del XVI.

Da Montecatini terme si possono raggiungere in meno di un'ora, le perle della Toscana, Firenze, Siena, Pistoia, Pisa.

 

Dove dormire

Oltre agli hotel degli stabilimenti termali, Montecatini Terme offre diverse possibilità di alloggio. Hotel a 5, 4 e 3 stelle, ma anche case vacanze e B&B.

 

Dove mangiare

Diversi ristoranti e locali, a Montecatini Terme e a Montecatini Alto, offrono la possibilità di degustare la cucina tipica toscana in abbinamento con i rinomati vini. Per chi vuol godere di un ambiente raffinato e suggestivo nel borgo a Montecatini Alto, al ristorante la Torre situato nella piazzetta offre una cucina ricca delle ricette tradizionali a base di carni e prodotti genuini.

 

Vita notturna

Longue bar, wine bar e discoteche animano la movida di Montecatini Terme. I locali notturni accanto allo scenario delle terme, fanno a gara per offrire animazione agli ospiti della cittadina. Jazz, musica dal vivo, concerti all'aperto, accompagnati dagli aperitivi con sushi piuttosto che dalle degustazioni di pregiati vini in abbinamento con i taglieri di formaggi e salumi locali.

 

Le terme di Monsummano

Proseguendo nella provincia di Pistoia, a 4 km da Montecatini Terme, troviamo le Terme di Monsummano. Grazioso borgo medievale fondato nel 1260, situato nel centro orientale della Valdinievole della riserva naturalistica Padule dei Fuccecchio.

Affascinanti e suggestive le Terme di Grotta Giusti, con le acque termali minerali e saline hanno una una temperatura costante di 35°. Vengono impiegate nel trattamento osteo-muscolare e per le vie respiratorie, balneoterapia e terapia inalatoria. La Grotta Giusti è il fulcro del complesso termale, fu scoperta casualmente nel 1849 durante dei lavori in superficie nel terreno appartenente alla famiglia Giusti, alcuni operai raccontarono di essere entrati nel laghetto contenente le acque termali e di averne avuto un grande giovamento per le loro ossa.

La Grotta Giusti è la grotta termale più grande d'Europa. Un paesaggio da fiaba, con stalattiti e stalagmiti che si riflettono nel laghetto contenente le acque termali. Un'oasi di relax e benessere con 750 mq di piscina termale all'aperto, idromassaggi, cascate artificiali, centro fitness, hotel, ristorante e giardino adiacente all'ingresso. Al relax e al benessere dei trattamenti termali, si aggiungono corsi di yoga e tecniche bio-energetiche con il galleggiamento sulla superficie del lago sotterraneo.

 

Dove dormire

Oltre al Resort della Grotta Giusti, è possibile soggiornare in diversi resort e B&B

 

Dove e cosa mangiare

Diversi ristoranti, pizzerie e osterie tipiche offrono la possibilità di degustare i piatti tipici e le ottime carni della zona.

 

Le terme di Chianciano

Situate a Chianciano Terme, in provincia di Siena, le terme di Chianciano offrono il soggiorno ideale per persone di qualsiasi età. I percorsi sensoriali diversificati, sono in grado di accontentare famiglie, single, giovani e persino i bambini con dei percorsi dedicati al loro divertimento. Percorsi curativi e di totale e rigenerante relax e wellness, con le piscine termali Theia, le terme Sillene e i Parchi Acqua Santa e Fucoli. La piscina Theia è dedicata alla divinità lunare etrusca Selene, le vasche termali interne ed esterne si estendono per 900 mq e sono alimentate dalle acque che sgorgano dalla sorgente Sillene. Al suo interno è possibile trovare idromassaggi, centro benessere con sauna, getti d'acqua, docce emozionali e un percorso grotta secca grotta umida dedicato ai più piccoli.

Per gli amanti della naturopatia, le terme sensoriali sono la scelta ideale. Oltre 20 trattamenti sono stati studiati appositamente per rigenerare corpo e mente. Ai percorsi del benessere fisico si abbina il percorso sensoriale del gusto, un buffet ricco di prodotti genuini a km 0, con i piatti innovativi ed equilibrati, ispirati alla tradizione della cucina toscana.

 

Dove dormire

Numerosi sono gli hotel dove alloggiare a prezzi veramente concorrenziali, molti dei quali offrono un ottimo servizio ristorante.

 

Dove mangiare

Diversi ristoranti e pizzerie offrono l'opportunità di assaggiare i piatti prelibati della cucina senese.

 

Vita notturna

I locali di Chianciano Terme fanno a gara per servire i migliori drink e aperitivi. Nel centro storico della cittadina, il caratteristico wine bar Il RistoVino, accompagna i suoi aperitivi con i taglieri di salumi e formaggi. Diversi locali organizzano serate con musica dal vivo.

 

Terme di Casciana

Attraverso la E80 è possibile raggiungere Casciana Terme frazione del comune sparso di Casciana Lari, in provincia di Pisa. La cittadina deve la sua fama alle sue salutari terme. Conosciute sin da epoca antichissima, le terme di Casciana sono state al centro della storia delle diatribe fra le Repubbliche di Pisa e Firenze. Il primo stabilimenti pare si debbano a Federico di Montefeltro nella prima metà del XIV sec., poi ripresi e fatti rimaneggiare dalla famiglie Medici e Lorena.

Le terme sono alimentate dalle acque che sgorgano da due sorgenti: la sorgente di Mathelda e quella di San Leopoldo. La sorgente di Mathelda è dedicata alla nobildonna Matilde di Canossa, la contessa famosa per aver ospitato l'imperatore Enrico IV e il papa Bonifacio VII, durante lo storico incontro conosciuto oggi dagli storici come "il perdono di Canossa", durante il quale l'imperatore Enrico IV chiese al papa la revoca della scomunica e il reintegro dei suoi poteri. L'acqua che sgorga dalla sorgente dedicata alla nobildonna, viene riconosciuta dagli esperti, tra le migliori acque termali della penisola.

 

Dove alloggiare

A Casciana Terme è possibile soggiornare in alberghi tre stelle, agriturismi e alloggi privati.

 

Vita notturna

Gli eventi organizzati durante tutto l'anno animano la piazza centrale del paese. Tra le sue viuzze è possibile far visita ai tanti negozi di prodotti tipici e artigianato,

 

Dove e cosa mangiare

Casciana Terme e la vicina Casciana Terme Lari, offrono la possibilità di degustare le prelibatezze della cucina toscana, nei tanti ristoranti tipici e spaghetterie. Tra le ricette tipiche: la minestra di pesce livornese e le pappardelle al cinghiale.

 

Le terme di Petriolo

Le terme di Petriolo sono inserite in un contesto paesaggistico unico. Immerse nel verde della riserva naturalistica del Basso Merse, nella valle dell'Ombrone fra le province di Siena e Grosseto, tra i comuni di Monticiano e Civitella Paganico, sono conosciute sin dall'epoca etrusca e romana. L'acqua ipertermale sgorga dalla sorgente sulla rive del fiume Farma ad una temperatura di 43°. Non solo vasche termali terapeutiche ma anche fanghi, bagni termali unitamente a terapie termali inalatorie e aerosol per la cura e la prevenzione delle malattie alle vie respiratorie, massoterapia rilassante e antistress con la sinergia degli oli essenziali per massaggi drenanti e disintossicanti, vengono offerti nelle SPA e nei vari stabilimenti termali, dove è possibile trascorrere una vera vacanza in sintonia con la natura e con il proprio benessere psicofisico.

 

Da visitare

Il Castello di Monticiano è immerso nel verde del bosco plurisecolare. Le sue rovine sono di grande interesse storico e architettonico. Le prime notizie che ne documentano l'esistenza risalgono al 1189, quando viene assegnato alla giurisdizione del vescovo di Volterra. la Repubblica di Siena ne fece abbattere le mura come punizione per aver accolto al suo interno, i rivoltosi ghibellini nel 1266. Il castello passò poi di proprietà della famiglia Medici nella seconda metà del 1500. Venne concesso in feudo dal granduca Ferdinando II a Orso Pannochieschi e appartenne per lungo tempo alla famiglia anche in seguito alla destituzione del feudo.

Attraverso le stradine del borgo, è possibile ammirare diverse chiese in stile rinascimentale, come la chiesa dei Santi Giusto e Clemente che custodisce al suo interno, tra le varie opere, un crocifisso quattrocentesco e una tela seicentesca con l'Immacolata Concezione.

Da Monticiano è possibile visitare le tante cantine delle colline circostanti, che offrono le degustazioni dei loro rinomati vini.

 

Dove alloggiare

Oltre all'hotel dello stabilimento termale, è possibile soggiornare in alberghi, locande e b&b a prezzi contenuti.

 

Dove mangiare

Ristoranti, locande e braccerie offrono la possibilità di degustare la cucina locale, con attenzione particolare rivolte alla cucina tradizionale, da assaggiare: gli gnocchi al sugo di capriolo proposti dal bar Amica trattoria Pifferi, a Borgonuovo, Marsiliana.

 

Le terme di Saturnia

Sono situate a 6 km dalla città di Saturnia frazione di Manciano, in provincia di Grosseto, nella Maremma toscana. Le terme libere sono note anche con il nome di piscine termali delle Cascate del Mulino, per via della presenza di un vecchio mulino. Le acque sgorgano da un'unica sorgente termale, alla temperatura costante di 37°. Secondo un'antica leggenda, fu il Dio Saturno in persona, che con un impeto d'ira, lanciò un fulmine e colpì la roccia dando origine al cratere da dove scaturisce l'acqua sulfurea delle terme.

Nel Medioevo le sue sorgenti solforose ispirarono diverse leggende, una in particolare racconta che il diavolo in persona apparisse nei vapori delle acque stregate, diffondendo il suo odore malefico, dovuto collegato probabilmente all'odore dell'acqua sulfurea delle sorgenti. Oggi il complesso termale di Saturnia che gestisce le terme, è un moderno e apprezzato stabilimento che offre i suoi servizi di altissima qualità in uno scenario da sogno.

 

Da visitare

L'intera area abitata sin dall'antichità, conserva vestigia di epoca etrusca e romana. A breve distanza è possibile visitare il pittoresco borgo medievale di Saturnia, mentre per gli amanti della natura e trekking, il bosco secolare della Maremma offre svariate possibilità. Per chi lo preferisce è possibile usufruire anche delle terme libere che si trovano presso le Cascate del Mulino.

 

Dove alloggiare

Oltre all'hotel dello stabilimento termale, Saturnia offre la possibilità di alloggiare in alberghi, resort, agriturismi e B&B, a prezzi contenuti.

 

Dove e cosa mangiare

I ristoranti e le trattorie disseminati lungo le vie del borgo, offrono la possibilità di degustare le prelibatezze della cucina Maremmana, elaborate con i prodotti genuini e accompagnate dagli ottimi vini delle rinomate colline toscane.

 

Vita notturna

Se durante il giorno non ci si annoia grazie alle sue attrattive architettoniche e paesaggistiche, la notte Saturnia, accoglie i suoi ospiti nella movida dei locali sparsi lungo le vie del borgo.