Registrati
Accedi
Arte e Cultura
Enogastronomia
Relax e divertimento
Religione
Storia
Tradizione
home
format_list_bulleted
Cosa fare
restaurant
Mangiare e Bere
event
Eventi e Sagre
store
Artigiani
hotel
Dormire
format_list_bulleted

Castello di Laurenzana a Laurenzana

Castelli e Fortezze
Preferito
Castello di Laurenzana
Indirizzo
LAURENZANA (PZ)
Via Umberto I, 6
IndicazioniIndicazioni
Descrizione
Il Castello di Laurenzana è un castello di origine medievale che sorge isolato su una rupe, accanto alla Chiesa Madre del borgo, dominando dall’alto il centro abitato.  

Le sue origini risalgono al XII secolo, quando venne eretto dai Normanni sui resti di una preesistente fortificazione longobarda, poi divenuta eremo di monaci basiliani e infine fortezza araba

Viene menzionato ufficialmente per la prima volta nel Duecento, in un catalogus normanno, come una struttura fortificata con scopi prevalentemente militari, come confermano la posizione sopraelevata e le torri circolari, che rendevano possibile scorgere con tempestività qualsiasi pericolo imminente. 

Durante il dominio degli Angioini, la roccaforte passò prima ad Annibaldo de Trasimundo, poi a Guglielmo de Tournespèe, per poi divenire residenza degli Aragonesi.  

A partire dal 1454, alla guida del maniero si alterarono diverse famiglie baronali, tra cui gli Orsini e i Del Balzo. Nel 1483 diventò signore di Laurenzana Raimondo Orsini Del Balzo, il quale diede inizio ad un rifacimento sostanziale del Castello, trasformandolo da fortezza a palazzo baronale: fece erigere l’ala nord di fronte al sagrato della Chiesa Madre e nella corte interna al secondo piano fece innalzare un ordine di logge, seguendo il modello del Castello di Venosa (PZ).  

Dopo il breve dominio degli Orsini Del Balzo, si avvicendarono altre famiglie nobili: dal 1496 al 1550 i conti Poderico, ai quali seguirono i Loffredo, i conti Filangieri e i De Ruggiero. Nel 1606 il potere passò ai Gaetani D'Aragona che avviarono ulteriori trasformazioni, come l’eliminazione delle misure difensive, rendendo definitivamente il Castello un palazzo residenziale.

Nel Settecento, la roccaforte subì l'ultima profonda ristrutturazione assumendo le forme odierne, guidata dai duchi Quarti di Belgioioso che la abitarono fino ai primi decenni del Novecento, prima che venisse abbandonata del tutto con la conseguente perdita degli arredi e delle pregiate decorazioni interne.  

Attualmente il Castello, adeguatamente restaurato, continua a sovrastare e proteggere dall’alto il borgo, conservando l’antico fascino medievale e alimentando le leggende che lo avvolgono in un alone di mistero. 

La parte più antica della fortezza, che presenta una tipologia a corte, sembra essere l’ala sud-orientale che coincide con la parte più elevata della rupe. Qui potrete vedere ciò che rimane di una costruzione a pianta quadrangolare, forse una torre longobarda o normanna, che doveva servire da rifugio in caso di assalti e da difesa della via d’accesso posta sul fianco meridionale.  

Ancora oggi potrete osservare i ruderi della cinta muraria, dotata di torri rotonde ed eretta durante la dominazione angioina a protezione dell’abitato, oltre a diversi elementi risalenti al periodo rinascimentale, presenti soprattutto sui portali. 

Le trasformazioni settecentesche sono visibili nel rivestimento in pietra e laterizio della facciata d’ingresso, accompagnata da archi a tutto sesto, e in diversi locali e relativi abbellimenti. Al centro del cortile, potrete ammirare un caratteristico pozzo in calcare dalle linee barocche. 

Curiosità 

  • Secondo una leggenda, il Castello fu costruito da Muettin del Merlo, un vassallo saraceno che arrivò a Laurenzana intorno all’XI secolo. Invidiando le fortezze degli altri vassalli della zona, Muettin desiderò edificare un maestoso castello sulla sommità della rupe, abitata da un ricco eremita che possedeva un tesoro immenso, sacro, che nessuno doveva toccare per non scatenare una terribile maledizione. Il saraceno, noncurante, si impossessò delle ricchezze e avviò i lavori di costruzione: ogni giorno, però, gli operai di Muettin, mossi da una forza soprannaturale, si uccidevano sulla tomba dell’eremita ed ogni notte la sua voce tormentava il saraceno, sussurrandogli “oggi un altro se ne è andato; alla fine il tuo castello dovrai fartelo da solo; sarà superbo e bello, ma da solo ci starai, finché ultimo morrai”. Rimasto solo e in preda alla follia, Muettin, completò la costruzione del castello, ma lo spirito dell’eremita continuò a tormentarlo, finché il saraceno non perse del tutto il senno, iniziando a correre disperatamente per il cortile, senza mai fermarsi, consumandosi a poco a poco e finendo per scomparire nel nulla. 

  • Secondo altre leggende, il Castello avrebbe avuto 365 stanze, una per ogni giorno dell’anno, e sarebbe abitato da una mezza dama che durante la notte si affaccia alle finestre per osservare il borgo addormentato. 

Borghi vicini a Laurenzana (PZ)
Anzi (PZ)
8 Km
In primo piano
Ottobre al Borgo
Feste
OTT
07
location_on MOLITERNO
Premio Appennino 2030 FEST
Evento culturale
OTT
07
location_on MONTEMURRO
19.00 - 21.00
Premio Appennino 2030 FEST
Evento culturale
OTT
08
location_on MONTEMURRO
18.30 - 21.00
Premio Appennino 2030 FEST
Evento culturale
OTT
23
location_on MONTEMURRO
9.30 - 12.00