Registrati
Accedi
Arte e Cultura
Avventura
Enogastronomia
Natura
Relax e divertimento
Religione
Storia
Tradizione
home
format_list_bulleted
Cosa fare
restaurant
Mangiare e Bere
event
Eventi e Sagre
map
Esperienze e Itinerari
format_list_bulleted

Chiesa di San Donato Vescovo e Martire a Anzi

Santuari, Chiese e Monumenti
Preferito
Chiesa di San Donato Vescovo e Martire
Indirizzo
ANZI (PZ)
Piazza Dante Alighieri, 25
IndicazioniIndicazioni
Descrizione
La Chiesa di San Donato Vescovo e Martire, situata nel centro storico di Anzi, in piazza Dante, è la Chiesa Madre del borgo ed è dedicata al suo Santo Patrono.  

La sua costruzione risale al periodo compreso tra il 1828 ed il 1855, quando su iniziativa del parroco Don Michele D’Aquino, fu edificata da maestranze lucane nello stesso posto dove fino a quel momento sorgeva l’antica Chiesa Madre di Sant’Andrea, probabilmente fondata nel Duecento, troppo piccola per ospitare il numero crescente dei fedeli.  

Esternamente, l’edificio presenta una facciata dorica caratterizzata da un rivestimento in pietra a faccia vista, con al centro un portale in stile rinascimentale sovrastato da un timpano e da una lapide commemorativa, con uno scudo diviso da una croce contenente da un lato cinque spighe e dall’altro cinque pampini. 

Nella parte superiore della facciata potrete vedere tre nicchie centinate, che custodiscono le statue della Madonna, di San Giuseppe e di Santa Teresa, e sulla sommità un imponente frontone che chiude la facciata, dove sono collocati un piccolo orologio e due aperture circolari.  

All'interno della Chiesa, ad un’unica navata, potrete ammirare cinque pregiati altari laterali, tre lungo l’ala destra e due nella zona sinistra, e bellissimi ornamenti, come i fregi e gli stucchi realizzati sul cornicione che delimita interamente il perimetro della struttura. Sopra il cornicione, sono poste alcune finestre a tutto sesto da cui filtra la luce del sole che illumina gli interni.  

Lungo i lati, potrete osservare diverse statue, come quella di San Donato che conserva una sua reliquia, quella del Sacro Cuore, la statua della Pietà, di Maria Ausiliatrice, Don Bosco, San Michele, e la magnifica statua della Concezione che rimanda al ricordo dello scampato pericolo del terremoto del dicembre 1857.  

Meritano uno sguardo attento anche la superba statua della Madonna Bizantina, di autore ignoto, che risale al Quattrocento e la statua della Madonna di Costantinopoli dello stesso periodo. Potrete soffermarvi anche sulle due splendide tele raffiguranti, quella posta nell’abside, la morte della Vergine e, quella all’ingresso, le Anime del Purgatorio. Da notare all’ingresso anche l’elegante organo a canne

Sul retro dell’edificio, si erge la torre campanaria a pianta quadrangolare, costituita da quattro piani, con un tamburo strutturato su otto lati su cui si aprono quattro monofore, e sormontato da una cupola a padiglione con in cima una croce. 

Curiosità 

  • San Donato Vescovo e Martire è venerato per i tanti prodigi compiuti nel corso della sua vita, dedicata interamente alla preghiera e alla penitenza. Tra i tanti miracoli, si ricorda un episodio: durante la celebrazione di una Messa, al momento dell'Eucarestia, entrarono nel tempio alcuni pagani che mandarono in frantumi il calice; Donato raccolse tutti i frammenti, tranne uno, e li unì, rimanendo un buco sul fondo della coppa. Nonostante ciò, tra lo stupore generale, il Santo continuò a servire il vino senza che esso colasse dal fondo, compiendo un vero e proprio prodigio che portò ben 79 pagani a convertirsi. San Donato è il protettore di epilettici e di diversi comuni italiani e viene festeggiato il 7 agosto

Borghi vicini a Anzi (PZ)
In primo piano
Festa della Madonna del Sauro
Feste
MAG
01
location_on GUARDIA PERTICARA (PZ)
Dalle ore 10:00
I Festa dei sapori tramutolesi
Sagre
MAG
04
location_on TRAMUTOLA (PZ)
dalle ore 17:00
Festa patronale di Maria Santissima degli Angeli
Feste
MAG
15
location_on PIGNOLA (PZ)