Registrati
Accedi
Arte
Avventura
Enogastronomia
Natura
Relax
Religione
Storia
Tradizione
home
format_list_bulleted
Cosa fare
event
Eventi e Sagre
map
Itinerari
format_list_bulleted

Grotta Santuario di San Michele Arcangelo (PATRIMONIO UNESCO) a Sant'Angelo a Fasanella

Santuari, Chiese e Monumenti
Preferito
Grotta Santuario di San Michele Arcangelo (PATRIMONIO UNESCO)
Indirizzo
SANT'ANGELO A FASANELLA (SA)
Via Iardini
IndicazioniIndicazioni
Descrizione
La Grotta Santuario di San Michele Arcangelo è il simbolo della Religiosità Cristiana dei Monti Alburni ed è stata dichiarata Patrimonio Mondiale UNESCO.

In età preistorica, rappresentava un luogo dove potersi rifugiare.  Più tardi divenne un sito religioso, dedicato al culto delle acque, dove si veneravano stalattiti e stalagmiti come fossero icone sacre.

La grotta, a distanza di millenni, è divenuta un Santuario Cristiano, consacrato a San Michele Arcangelo. Era consuetudine dedicare a questo Santo le grotte in cui si svolgevano funzioni religiose, poiché - secondo la tradizione - la sua prima apparizione avvenne proprio in una Grotta. ​​​​

All'ingresso del suggestivo Santuario, spicca un portale del Quattrocento, di pregevole fattura, molto probabilmente opera del noto scultore cilentano dell'epoca, Francesco Sicignano. Due leoni - un leone e una leonessa - posti alla base del portale, sembrano voler sorreggere l'intera struttura.

Di particolare rilievo anche un bellissimo pozzo, rivestito da ceramiche napoletane del 1600, e lo stemma dei Caracciolo, scolpito su pietra.  

Addentrandosi, si rimane affascinati dalle varie stalagmiti, qua e là sul pavimento, e dai cumuli di antiche tombe che custodiscono resti umani mummificati. Nelle varie lapidi, si possono trovare nomi di famiglie ben note alle origini del borgo.

Tra gli altri elementi di pregio, un organo, un altare del Seicento e una trecentesca Statua della Vergine con Bambino, di scuola napoletana.

Curiosità

  • Secondo la leggenda, la scoperta della Grotta sarebbe da attribuire al principe Manfredo che, durante una battuta di caccia col suo falcone, udì una dolce melodia provenire da uno squarcio roccioso, nel quale si insinuò il suo falco senza più uscirne. Tornato sul posto con servitù e contadini per cercare il falco, vi trovò la grotta e, all'interno, una parete con l’impronta delle ali dell’Arcangelo Michele. Le sagome delle ali dipinte sulla roccia sono ancora visibili nel Santuario.

  • Il culto di San Michele era stato diffuso nell'Italia meridionale dai Longobardi che, giunti dal nord dell’Europa, si convertirono al cristianesimo e scelsero il Santo come protettore; una scelta probabilmente dettata dal fatto che San Michele Arcangelo fosse il condottiero delle milizie di Dio  e avesse combattuto contro le orde di Satana, rendendolo così simile ad Odino, l’antico dio norreno protettore dei guerrieri.

Itinerari consigliati
Itinerari alle Sorgenti dell'Auso
NATURALISTICO
Luogo partenza SANT'ANGELO A FASANELLA (SA)
Relax
Luogo partenza Sant'Angelo a Fasanella
Enogastronomia
Luogo partenza Sant'Angelo a Fasanella
Storia
Luogo partenza Sant'Angelo a Fasanella
Borghi vicini a Sant'Angelo a Fasanella (SA)
In primo piano
Mercato Settimanale (ogni Martedì)
Mercati
SET
25
location_on SICIGNANO DEGLI ALBURNI (SA)
8:00/13:00
Festa patronale di S. Michele Arcangelo (Settembre)
Feste
SET
29
location_on SANT'ANGELO A FASANELLA (SA)
Famiglie al Museo
Evento culturale
OTT
10
location_on BUCCINO (SA)
Dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00
Visit Volcei
Evento culturale
NOV
01
location_on BUCCINO (SA)
Dalle ore 9.00 alle ore 13 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00