Registrati
Accedi
Arte e Cultura
Enogastronomia
Natura
Relax e divertimento
Religione
Storia
Tradizione
home
format_list_bulleted
Cosa fare
restaurant
Mangiare e Bere
event
Eventi e Sagre
store
Artigiani
directions_bus
Trasporti
hotel
Dormire
format_list_bulleted

Santuario Madonna delle Fonti a Spilinga

Santuari, Chiese e Monumenti
Preferito
Santuario Madonna delle Fonti
Indirizzo
SPILINGA (VV)
Via G. Matteotti, 41
IndicazioniIndicazioni
Descrizione
Il Santuario della Madonna delle Fonti, noto anche come Santuario della Fontana, si trova poco fuori il centro di Spilinga, sotto l'abitato, ed è una particolare e suggestiva cappella mariana scavata all'interno di un'antica grotta eremitica, immersa nella quiete e nel verde.

Il santuario nacque originariamente come laura eremitica basiliana, un'organizzazione monastica risalente al primo medioevo avente grotte scavate nella roccia, separate le une dalle altre, ma con un sacerdote e una chiesa in comune. Diventò un santuario e meta di pellegrinaggi soprattutto a partire dal 1920, quando la gente del posto si occupò di costruirlo e restaurarlo ove possibile.

Com'è facilmente intuibile, il tempio ricavato nella roccia è costituito da navate fatte di piante ornamentali e palme e nelle sue immediate vicinanze si trovano una fonte e una piscina, al cui centro si erge la statua della Madonna con il Bambin Gesù. La scultura è custodita all'interno di una spelonca di tufo in cui trionfano i colori azzurro, verde e oro, in un tripudio di fede e devozione. Su di un lato del santuario si apre un sentiero, lungo cui si rappresentano le stazioni della Via Crucis.

Curiosità

  • Il Santuario è oggi meta di pellegrinaggio per tutti i fedeli, ma soprattutto per gli abitanti del luogo, mossi dalla storia dell'apparizione della Madonna ad una vecchia contadina chiamata "la Ciciresjia". La leggenda, narrata di generazione in generazione, racconta di una notte degli inizi del Novecento in cui la Madonna apparve in sogno ad un'anziana abitante del paese chiedendole di raggiungerla in un luogo non molto distante. La signora, ubbidiente alla Madonna, si alzò dal suo letto e si recò nel luogo indicatole, dove trovò una statua raffigurante la Madonna e dove, su richiesta della stessa, fece erigere il Santuario.

  • La nicchia in cui l'anziana signora trovò la statuina è ancora conservata.

  • Esistono diverse versioni della leggenda narrata, tra le quali quella secondo la quale l'anziana signora non avrebbe seguito subito la Madonna, ma sia rimasta a dormire. Successivamente la Vergine sarebbe apparsa nuovamente in sogno alla contadina, esortandola a cercare la statua di cui le aveva parlato nel sogno. Il giorno dopo, la Ciciresjia si recò alla fiumara per lavare il bucato e vide la statua vicino ad una grotta. Si narra che la scultura, portata in paese, fu ritrovata l'indomani nel suo luogo originario, ove la gente del luogo eresse il santuario.

Borghi vicini a Spilinga (VV)
In primo piano
Sagra della 'Nduja
Sagre
AGO
08
location_on SPILINGA (VV)
08.30- 02.30