Registrati
Accedi
Arte
Avventura
Enogastronomia
Natura
Relax
Religione
Storia
Tradizione
home
format_list_bulleted
Cosa fare
restaurant
Mangiare e Bere
event
Eventi e Sagre
store
Artigiani
map
Itinerari
hotel
Dormire
map

Trekking urbano a Alcara li Fusi

Centro Storico
Preferito
Indirizzo
ALCARA LI FUSI (ME)
Piazza San Nicolò Politi
Orari
Durata itinerario: 4 ore

Descrizione
Il Trekking urbano nasce dall'idea e dall'impegno di un gruppo di giovani, con l'intento di far conoscere e far scoprire Alcara e le sue bellezze storico-artistiche, culturali e naturalistiche ... .

L'itinerario che viene offerto e proposto ai visitatori che giungono nel piccolo borgo collinare, si articola in un percorso tra le viuzze del centro storico, tra angoli caratteristici e panorami d'impareggiabile fascino e bellezza, giungendo nelle chiese rupestri e, soprattutto, in quelle dislocate all'interno del circuito urbano.

Si inizia con la basilicale Chiesa Madre, intitolata alla Vergine Assunta. Al suo interno, sono custodite le sacre spoglie mortali e l'antico simulacro ritraente il Protettore di Alcara, San Nicolò Politi. Uscendo, il passaggio è d'obbligo alle absidi, struttura più antica del sacro edificio, dall'interessante caratteristica architettonica di impronta tipicamente medioevale. Da qui, si sale verso il Calvario, struggente luogo costruito intorno al XVIII secolo e, caratterizzato dal Sacrario che si affaccia su un suggestivo scorcio panoramico sull'abitato di Alcara. Passando dall'adiacente chiesetta medievale intitolata a San Nicola Vescovo di Myra, si scende verso la Chiesa di San Michele Arcangelo, facente parte dell'ex Convento dei frati minori osservanti e, da qui, si prosegue verso il Museo d'Arte Sacra, ospitato nell'ex Monastero delle Benedettine di clausura. All'interno delle sale espositive, è possibile ammirare un prezioso corredo di argenti, paramenti sacri e artistiche opere quali, pregevoli dipinti, sculture e fercoli processionali. La visita, prosegue verso la Chiesa di San Pantaleone Martire, di impianto romanico, ma con artistici rifacimenti settecenteschi, al cui interno è custodito il pregevolissimo organo del 1667, realizzato da Giuseppe Speradeo di Palermo e che, da quanto affermato da autorevoli studiosi, risulta essere il sesto organo più antico esistente in Sicilia e, il terzo della provincia di Messina. Successivamente, passando da una stretta viuzza, denominata, "a vanedda stritta", si giunge nell'antico Quartiere Motta, ovvero il primo nucleo abitativo del paese. Si giunge così nel cuore medioevale di Alcara dove trova posto la chiesetta dell'Annunziata che, al suo interno custodisce il preziosissimo gruppo scultoreo dell'Annunciazione, di cinquecentesca fattura. Lasciata questa chiesetta, si continuano a percorrere le viuzze della "Motta", giungendo alle pendici della superstite torretta del Castello dove si può apprezzare una pittoresca visuale del territorio Alcarese. Si riprende la discesa, passando dalla quattrocentesca finestra bifora e, scorgendo altri rimanenti elementi tardo medioevali e rinascimentali come portali, finestre e prospetti di vecchie abitazioni, giungendo alla fontana Abate con i suoi 7 "cannoli" dai ricchi gettiti di acqua limpidissima. Accanto a questa opera monumentale, è il lavatoio con 24 vasche e, poco più avanti, lo scorcio sul piccolo torrente, si affaccia sull'antico Mulino di contrada Sant'Antonio. La tappa successiva, porta alla Chiesa di Sant'Elia Profeta, dell'ex Convento dei Cappuccini, all'interno della quale, si possono ammirare pregevoli altari lignei finemente intagliati con, in particolare, il ciborio dell'Altare maggiore del 1757.

L'itinerario, si sposta alla Chiesa del Rosario, piccola struttura di remote ed ignote origini. All'interno di questo piccolo edificio, è custodita l'unica scultura in marmo presente ad Alcara, raffigurante la Madonna della catena, di derivazione legata alla fattura delle maestranze degli scultori "marmorari" della famiglia dei Gagini.

Lasciato il paese, si prosegue con l'auto verso la chiesetta della Madonna delle Grazie, edificata probabilmente intorno al 1525, nell'omonima contrada. Da qui, lo sguardo si cala verso la vallata del fiume Rosmarino che, sullo sfondo, apre il suo scorcio sul Tirreno e sul planare di quei maestosi volatili che ne dominano e sfruttano le correnti, i Grifoni.

SERVIZIO GUIDE: Il percorso è guidato da un gruppo di giovani volontari amanti della storia della propria Terra di origine.

REFERENTE: Gruppo Volontari Anspi, cel. 3406673649

LOCALITÀ DI PARTENZA: Piazza San Nicolò Politi, Alcara li Fusi Me, 98070.

LOCALITÀ DI ARRIVO: C/da Stella, Alcara li Fusi Me, 98070.

LUNGHEZZA: 3 km

DIFFICOLTÀ: Molto bassa

Curiosità

  • Durante il percorso è possibile ammirare il bellissimo costone roccioso che fa da corona alla città.
Continua a leggere
Questa sezione contiene suggerimenti di itinerari. Le informazioni contenute hanno carattere puramente indicativo e possono contenere errori o inesattezze. Prima di cominciare l'escursione, accertarsi sempre delle effettive condizioni del percorso e delle condizioni meteo. Scegliere sempre escursioni adatte alle proprie capacità e al proprio allenamento. Si declina ogni responsabilità per fatti derivanti dall'utilizzo delle informazioni contenute in questa scheda. Le escursioni sono effettuate sotto l'esclusiva responsabilità dei singoli escursionisti.
Itinerari consigliati
I Luoghi di Culto di Nicolò Politi
RELIGIOSO
Luogo partenza ALCARA LI FUSI (ME)
Durata media Durata media: 3 ore, mezza giornata
Alla scoperta di Arte e Tradizioni
CENTRO STORICO
Luogo partenza ALCARA LI FUSI (ME)
Durata media Durata media: 3 ore, mezza giornata
Escursione Speleologica alla Grotta del Lauro
NATURALISTICO
Luogo partenza ALCARA LI FUSI (ME)
Durata media Durata media: 5 ore, 1 giorno
Tradizione
Luogo partenza Alcara li Fusi
Borghi vicini a Alcara li Fusi (ME)
In primo piano
Mercato di Villa d’Agri/Marsicovetere
Mercati
location_on MARSICOVETERE
Sagra della castagna
Sagre
OTT
19
location_on SICIGNANO DEGLI ALBURNI (SA)
Mercato di Montemurro
Mercati
MAR
21
location_on MONTEMURRO
Festa in onore della Madonna di Servigliano (maggio)
Feste
MAG
10
location_on MONTEMURRO