Registrati
Accedi
Mappa attività Pisciotta (SA)Mappa
Arte e Cultura
Avventura
Enogastronomia
Natura
Relax e divertimento
Religione
Sport
Storia
Tradizione

Pisciotta (SA)

Sostieni il borgo
format_list_bulletedCosa fare
restaurantMangiare e Bere
directions_busTrasporti
hotelDormire
Guarda altre fotoGuarda altre foto
Foto Pisciotta (SA)
BENVENUTO A PISCIOTTA, IL BORGO DEL SECOLARE ULIVO E DELLA PESCA CON LE MENAIDE!

Pisciotta è un borgo campano di circa 2.500 abitanti, il cui abitato è arroccato sulla cima di una ripida collinetta prospiciente il Mar Tirreno, con ai lati due torrenti: Fiori e San Macario ... . Il territorio include tre frazioni - Rodio, Marina di Pisciotta, Caprioli - e ricade nello splendido Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano

Risalente all'anno 1000, Pisciotta è riconosciuto come uno dei borghi medioevali meglio conservati del Cilento. Partendo dalla grande Piazza Raffaele Pinto, salite gli scaloni che conducono alla panoramica Piazzetta del Cannone, prima di addentrarvi nel borgo antico. Proseguendo per i vicoletti - taluni davvero angusti - incontrerete piccole case in pietra, e splendidi palazzi nobiliari tra i quali domina il settecentesco Palazzo Marchesale, che ha dato i natali al famoso Vescovo Luigi Pappacoda, promotore del barocco leccese nella seconda metà del Seicento. Vero gioiello d'arte è la cinquecentesca Chiesa Madre dedicata ai Santissimi Pietro e Paolo, al cui interno custodisce interessanti opere di scuola napoletana.. La Chiesa si trova nella pittoresca Piazza Michelangelo Pagano, un luogo particolarmente suggestivo che somiglia ad una vera e propria cartolina del passato.

Al lato est della Chiesa Madre, una stradina lastricata detta "La Chiusa" conduce direttamente alla Marina di Pisciotta. E' proprio il mare cristallino di Pisciotta - Bandiera Blu - la principale attrazione turistica del luogo. Nel periodo estivo, dal Porto della Marina si possono organizzare spettacolari gite in barca all'insegna delle numerose grotte della costa, fino ad arrivare a Capo Palinuro. Qui, l'ulivo pisciottano dalla bellezza protagonista su tutto il territorio, si incontra con il mare. Se amate le passeggiate suggestive nella natura, da non perdere è il Sentiero di Castelluccio, che attraversa vigneti, uliveti e orti e arriva fino a Castelluccio, dove sono ancora visibili i ruderi di una antica torre di avvistamento.

Ma il mare di Pisciotta è noto in tutta Europa anche per la pratica centenaria della pesca delle alici, che vanta una tecnica antichissima: la pesca con la "menaide" - in dialetto locale menaica - dal nome della barca impiegata in passato. Si tratta di una rete a maglia unica tramandata fin dai tempi dell'antica Grecia, che intrappola le alici per la testa selezionando quelle più grandi e rilasciando le piccoline; una pesca limitata a tre mesi e di piccole quantità. Il prodotto che ne deriva, grazie anche al metodo di salagione, è di altissima qualità e dunque ricercatissimo. Ogni anno, a luglio e a settembre, viene celebrato durante la "Festa dei ruospi con alici di menaica", attesissima e caratteristica sagra del pesce con tradizione quarantennale. Durante l'evento potrete acquistare i prodotti tipici alimentari e artigianali del Cilento, e degustare varie specialità a base di pesce come i cosiddetti "ruospi", palline di pastella fritta con all'interno pezzettini di alici di menaica. 

Il borgo di Pisciotta è questo e molto altro ancora...

Curiosità

  • In Via Roma vi sono alcune vecchie insegne delle botteghe di una volta, come quella dell'antica farmacia.

  • La facciata sud del Castello Marchesale fu modificata dai Doria d'Angri che si rifecero alla facciata di Palazzo Doria d'Angri a Napoli, il famoso Palazzo dal cui balcone il 7 settembre 1860 si affacciò Giuseppe Garibaldi per salutare il popolo napoletano. 

  • Nella parte sud del paese sono ancora visibili alcuni ruderi del Convento dei Frati Francescani.

  • L'olivo pisciottano è una varietà da olio, ma i cilentani hanno da sempre denocciolato e condito le olive con sale, alloro, peperoncino ed altri aromi, dando origine alle famose olive ammaccate di Pisciotta.

  • Oltre agli ulivi, imponente è anche la presenza di alberi di fico che qui a Pisciotta hanno una particolare conformazione e composizione che conferisce al frutto una dolcezza straordinaria particolarmente apprezzata.

  • I fichi erano un altro prodotto importante nell'economia del paese, potendo essere commerciati successivamente alla loro raccolta. Dopo essere stati seccati su graticci di canne posti sui terrazzi delle case coloniche della zona, venivano infornati e successivamente preparati con mandorle, noci, semi di finocchio selvatico e bucce di mandarino: infilate in cannucce prodotte  con l'erba sparta, erano le caramelle della Civiltà Contadina.

  • Anche l'erba sparta veniva lavorata ed intrecciata per realizzare corde vegetali dette "libàni", all'epoca oggetto di un fiorente commercio.

  • Le strutture rurali del luogo presentavano caratteristiche che rispondevano alle esigenze dell'economia tipica della civiltà contadina: i terrazzi dove far seccare i fichi, il forno a legna per la cottura di fichi e pane, e la stalla per l'asino che faceva girare la ruota del frantoio per molire gli ulivi raccolti. In alcune case rurali del borgo ci sono ancora frantoi del 1600.

  • La Cappella di San Michele nacque come chiesetta votiva, voluta da un Pinto tratto in schiavitù dai Saraceni, liberato poi dal Bej di Tunisi.

Citazioni famose

  • Su quel monte c’è un ciuffo di ulivi … ulivi, sempre ulivi!

    Pisciotta si volge in tre fasce su una parete:

    la più alta è il vecchio paese, di case gravi e brune

    e a grandi arcate;

    in mezzo, sono ulivi sparsi come pecore a frotte;

    la terza, a livello dell’acqua, la formano case nuove e leggere,

    i cui muri sembrano torniti dall’aria in peristili.

    Tratto da Viaggio nel Mezzogiorno di Giuseppe Ungaretti, 1932.

Continua a leggere
Pisciotta informa:


Portale Turistico di Pisciotta, gestito dalla Pro Loco "Alessandro Pinto" APS in collaborazione con il Comune.

Si ringrazia Vito Mautone  per il materiale fotografico.

Eventi e Sagre
Festa della Madonna di Pompei
Feste
MAG
07
location_on CAMEROTA (SA)
Festa di San Michele Arcangelo
Feste
MAG
08
location_on VALLE DELL'ANGELO (SA)
Festa della Musica Europea
Concerti
GIU
20
location_on FRAZ. DI LICUSATI - CAMEROTA (SA)
Festa e fiera di S. Giovanni
Feste
GIU
23
location_on ROFRANO (SA)
Visualizza tutti
Cosa fare
Chiesa Madre dei Santissimi Pietro e Paolo
Santuari, Chiese e Monumenti
Luogo PISCIOTTA (SA)
Palazzo Marchesale - Biblioteca Comunale
Castelli e Fortezze
Luogo PISCIOTTA (SA)
Spiaggia Pietracciaio
Mare e Spiagge
Luogo PISCIOTTA (SA)
Spiaggia dell' Acquabianca
Mare e Spiagge
Luogo PISCIOTTA (SA)
Visualizza tutti
Itinerari consigliati
Percorso Castelluccio icona cuore
NATURALISTICO
Luogo partenza PISCIOTTA (SA)
IL SENTIERO DELLA SVIZZERA icona cuore
NATURALISTICO
Luogo partenza PIAZZA SAN VITO DI CAMEROTA
Durata media Durata media: 5 ore, 1 giorno
Itinerari da suggerire a Camerota (SA)? icona cuore
CENTRO STORICO
Luogo partenza CAMEROTA (SA)
Itinerari da suggerire a Perito (SA)? icona cuore
NATURALISTICO
Luogo partenza PERITO (SA)
Visualizza tutti
In primo piano
Alimentari e varie Mautone Arcangelo cuore preferiti
PISCIOTTA (SA)
Prodotti tipici
Hotel Porta Rosa cuore preferiti
PISCIOTTA (SA)
Hotel
Osteria Del Borgo cuore preferiti
PISCIOTTA (SA)
Ristorante
Le Macine cuore preferiti
PISCIOTTA (SA)
Ristorante
Accedi a Facebook per iniziare a condividere contenuti e connetterti con i tuoi amici, la famiglia...
Borghi vicini a Pisciotta (SA)
Ascea (SA) cuore preferiti
5 Km
Newsletter
Iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato su questo borgo!