Registrati
Accedi
Mappa attività Tossicia (TE)Mappa
Arte
Avventura
Enogastronomia
Relax
Religione
Storia
Tradizione

Tossicia (TE)

format_list_bulletedCosa fare
restaurantMangiare e Bere
eventEventi e Sagre
storeArtigiani
directions_busTrasporti
mapItinerari
hotelDormire
Guarda altre fotoGuarda altre foto
Foto Tossicia (TE)
BENVENUTO A TOSSICIA, IL BORGO DELLA MADONNA SDRAIATA!

Tossicia è un piccolo borgo abruzzese di 1292 abitanti, adagiato su uno sperone roccioso fra i torrenti Chiarino e della Valle, ai piedi del Gran Sasso d'Italia ... . Il borgo fu l'antica capitale della "Valle Siciliana" - luogo in cui trovarono rifugio i Siculi in fuga dai barbari - che annovera alcuni tra i centri più belli della provincia di Teramo. 

Il borgo rientra nell'area del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, terza riserva naturale protetta più grande d'Italia per estensione territoriale. Il paesaggio di Tossicia è un paesaggio scenografico, dove a regnare sovrana è la natura, esaltata dalla maestosità del Gran Sasso d'Italia. Scenari montani e valli fluviali incorniciano il grazioso borgo, che dà il benvenuto al visitatore stendendogli dinanzi agli occhi un lungo filare alberato.

I borghi come Tossicia, situati ai piedi del Tetto dell'Appennino, sono scrigni secolari di storia e cultura. A Tossicia, vive ancora il tradizionale e caratteristico artigianato del rame. Nel dopoguerra esistevano più di quaranta botteghe di lavorazione del rame, materiale che per millenni ha risposto alle esigenze di una cultura fondata sull’agricoltura e sull’allevamento, che necessitava di recipienti per il contenimento e la cottura dei cibi. Tra questi, i famosi "callari", un tempo indispensabili per la preparazione delle prelibate specialità della cucina teramana, tra cui la pasta con le pallottine, il timballo di scrippelle, le "scrippelle 'mbusse", le "mazzarelle". In questo borgo, tecniche medioevali resistono al tempo, quando il rame veniva lavorato sia grazie all'azionamento di grandi magli mediante l'acqua del fiume, che con piccoli martelli di legno e un'incudine. Una volta ottenuta la forma desiderata, con l'ausilio di un punteruolo e una notevole abilità, si creano motivi ornamentali sulla superficie esterna dell'oggetto. 

Tossicia conta ben 23 frazioni o località, e tra queste spicca a 2 km di distanza Azzinano, il borgo dipinto. Azzinano fa parte del Club Nazionale dei Paesi Dipinti ed è infatti una variopinta galleria d'arte a cielo aperto che ha come sfondo il suggestivo scenario del Gran Sasso. L'idea di arricchire le facciate delle case con i murales nasce nel 2001 e ha dato il via all'evento "I Muri Raccontano", che ogni anno richiama artisti da tutta Italia, pronti a dare sfogo al proprio estro sulle case del borgo. Ad ispirare questa iniziativa, la pittrice naïf Annunziata Scipione, natìa del borgo, le cui opere sono esposte nel Museo nazionale Arti Naïves di Luzzara (RE), accanto ai capolavori di Antonio Ligabue. Nascondino, mosca cieca, il gioco della campana... tanti i murales, ricordo di una tradizione contadina dove il gioco veniva vissuto all'aperto con pochi oggetti e tanta fantasia. 

Il borgo di Tossicia è questo e molto altro ancora...

Curiosità

  • Nel piccolo borgo si trovava la Statua della Madonna della Provvidenza che fu trafugata da ignoti e recuperata soltanto nel 1978, grazie ad una devota tossiciana che, guardando un programma televisivo, la riconobbe. L'opera fu acquistata sul mercato antiquario di Londra, con il contributo della banca TERCAS, ed è attualmente custodita e protetta presso il Santuario di San Gabriele dell'Addolorata, in seguito al terremoto del 2009 che rese la Chiesa di Santa Sinforosa inagibile.

  • La particolarità di della Madonna della Provvidenza detta anche Madonna Sdraiata è la sua posizione, appunto, sdraiata, considerata «una visione troppo intima della religiosità». Ne esiste soltanto un'altra nella stessa inconsueta posizione e si trova sempre nella regione abruzzese, esattamente nel borgo di Assergi.

  • In passato, l’attività dei ramai o calderai era anche itinerante: esportavano oggetti e manodopera, frequentavano fiere e mercati, si spostavano per effettuare riparazioni e stagnature in una vasta area dell’Italia centro-meridionale, verso Molise, Lazio e Marche. 

  • Presso Selva degli Abeti si può ammirare un esempio raro di abete bianco autoctono.

  • Secondo una leggenda, accanto a Palazzo Marchesale, vi era un'antica fonte dedicata ad un oracolo che  proteggeva gli abitanti del borgo e che dava perfino consigli agli imperatori dell'epoca.

  • A Tossicia vi è un grande centro ippico in allestimento, con maneggio coperto di 1980 mq. e 1100 posti a sedere e maneggio scoperto di 3000 mq. più scuderie con 32 box.  

Citazioni famosi 

  • Tu sei Esperina Viola, mia madre. Come una viola sei nata il venticinque marzo millenovecentoquarantadue, in una casa al confine tra i due piccoli comuni di Colledara e Tossicia" [...] Stavi dove nasce il vento, un posto luminoso e aspro, con le montagne a fare da quinta. Era aspra anche la gente" [...] Terra povera, ancora, fatta di campi scoscesi, alcuni molto lontani fra loro [...] Cit. Donatella Di Pietrantonio in «Mia madre è un fiume», 2010, Premio Strega 2011.
Apparizioni cinematografiche

  • "Paesedentro" (2019) è un interessante film-documentario diretto dai registi Marco Chiarini e Maurizio Forcella, che racconta l’entroterra abruzzese attraverso gli occhi di 80 ragazzi, tra i quali gli studenti di Tossicia. 


Cenni Storici
Le origini del borgo di Tossicia non sono purtroppo documentate con esattezza. Si sa del ritrovamento di tombe dell'età neolitica; si sa della presenza di Etruschi poiché il nome di Tozzanella deriverebbe da Tuscianella; e si sa della presenza di diversi nuclei abitati in epoca romana per l'esistenza di un antico tempio romano sulla montagna di Tossicia.

Secondo alcuni studiosi la creazione del villaggio di Tossicia fu opera del Barone Tosia di Ornano che vi si stabilì nell'800, costruendo una villa attorno alla quale si sviluppò man mano il borgo. 

Notizie certe si iniziano ad avere a partire dall'anno 1148.

Nel periodo del Basso Medioevo, il paese è stato un possedimento della famiglia dei conti di Pagliara (de Palearia), della stirpe dei Conti dei Marsi, i cui discendenti furono nell'anno mille San Berardo, vescovo e patrono della città di Teramo, e sua sorella eremita Santa Colomba, ancora oggi venerata nel borgo.

Nel 1217, arrivò a Tossicia anche San Francesco d'Assisi, inviatovi per sedare la lite tra i baroni locali che si contendevano il dominio sul territorio.

Dal 1266 al 1293 fu feudo della Contessa di Manoppello, Tommasa di Pagliara. Nel XIV secolo, passò agli Orsini, il cui dominio fu interrotto durante la discesa di Carlo VIII in Italia, quando le milizie aquilane si schierano con i francesi e devastano e occupano Tossicia. Il borgo e la Valle Siciliana furono però restituiti agli Orsini nel 1502 da Luigi XII.

Nel 1526, la nobile famiglia dei marchesi spagnoli Alarcon y Mendoza entrò in possesso della Valle, grazie a Carlo V che l'aveva ricevuta in dono e la cedette a Don Ferdinando (o Ferrante) Alarcon, condottiero spagnolo che si era distinto nell'assedio di Pavia del 1525. La famiglia spagnola, che abitava in quello che oggi è noto come Palazzo Marchesale, esercitò il proprio dominio fino al 1806, quando Giuseppe Bonaparte abolì la feudalità e Tossicia divenne Comune. 

In seguito all'Unità d'Italia nel 1861, Tossicia fu teatro di scontri sanguinosi fra la Guardia Nazionale e le bande dei briganti fedeli ai Borboni che invasero più volte il paese.

Il borgo di Tossicia è stato colpito da vari terremoti che ogni volta hanno causato al borgo ingenti danni (nel 1804, nel 1950, nel 2009, e più recentemente nel 2016-2017).

Continua a leggere
Tossicia informa:
Si ringraziano @daphephotographer e @robertina777 per il materiale fotografico.

Eventi e Sagre
Festa patronale di Santa Sinforosa
Feste
LUG
18
location_on TOSSICIA
Sagra del Timballo ad Aquilano (fraz. di Tossicia)
Sagre
AGO
02
location_on TOSSICIA (FRAZ. DI AQUILANO)
I Muri Raccontano
Feste
LUG
27
location_on TOSSICIA (FRAZ. DI AZZINANO)
Visualizza tutti
Cosa fare
Chiesa Madre di Santa Sinforosa o di Santa Maria Assunta
Santuari, Chiese e Monumenti
Luogo TOSSICIA
Chiesa di Sant'Antonio Abate
Santuari, Chiese e Monumenti
Luogo TOSSICIA
Visualizza tutti
Itinerari consigliati
Itinerari da suggerire? icona cuore
CENTRO STORICO
Luogo partenza TOSSICIA
Itinerari da suggerire a Castiglione Messer Raimondo? icona cuore
NATURALISTICO
Luogo partenza CASTIGLIONE MESSE RAIMONDO (TE)
Arte
Luogo partenza Tossicia
Tradizione
Luogo partenza Tossicia
Borghi vicini a Tossicia (TE)
Newsletter
Iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato su questo borgo!
Iscrivimi