Registrati
Accedi

COSA VEDERE IN TOSCANA IN 4 GIORNI

Cinque borghi d’arte, natura e cultura 

Se siete slow tourist attratti dall’architettura medievale e rinascimentale, affascinati dai colori e dalle sinuosità tipiche del paesaggio toscano e desiderate che il vostro sguardo si soffermi sugli scenari che hanno fatto da sfondo alle vite di alcuni tra i più grandi artisti, scrittori, geni e uomini di fede della cultura italiana, allora l’itinerario che vi proponiamo è quello che fa per voi!

Per un’esperienza immersiva in tutte le stagioni dell’anno, che si viaggi in coppia, in famiglia o tra amici in gruppo, ecco cinque borghi della Toscana centro-meridionale da poter visitare in quattro giorni:

Chiusi della Verna, in provincia di Arezzo;

Vinci e Certaldo, in provincia di Firenze;

Guardistallo, in provincia di Pisa;

Montieri, in provincia di Grosseto.

 

TREKKING IN TOSCANA TRA SPIRITUALITÀ, ARTE E NATURA

Chiusi della Verna, borgo in provincia di Arezzo

Situato nel cuore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, questo piccolo borgo di montagna domina la vallata del Casentino fra spiritualità, suggestioni artistiche e natura. Chiusi ospita, infatti, il Santuario della Verna, collocato nel luogo in cui, nel 1224, San Francesco d’Assisi ricevette le stimmate, ma è anche noto per la Podesteria dove nacque Michelangelo Buonarroti. Di fronte alla Podesteria è situata la Roccia di Adamo, a cui l’artista si ispirò per dipingere la sua celeberrima “Creazione di Adamo.” Ai percorsi medievali di Chiusi vecchia, che conducono all’antico borgo contadino di Località Vezzano, al borgo longobardo di Località La Rocca e al borgo storico di Località La Beccia, si alterna il punto panoramico del Monte Penna, che dista 30 minuti a piedi dal Santuario della Verna.

Chiusi della Verna è il borgo ideale per gli appassionati di trekking che vogliano ritagliarsi una parentesi di spiritualità ed arte tra percorsi naturalistici.

 

TREKKING IN TOSCANA PER BAMBINI

La faggeta del “Bosco delle Fate” a Chiusi della Verna è uno scrigno di sorprese non solo per gli adulti, ma anche per i bambini, con sculture in legno capaci di meravigliare i più piccoli alle prese con le loro prime escursioni in montagna.

All’indomani di un’intensa giornata nell’aretino, l’itinerario proposto prosegue nel cuore della Toscana, in provincia di Firenze, verso due fra i borghi toscani più rappresentativi della Regione in termini culturali, architettonici e paesaggistici: Vinci e Certaldo!

 

I BORGHI MEDIEVALI PIU’ BELLI DELLA TOSCANA

Vinci e Certaldo in provincia di Firenze

Situati l’uno sul massiccio collinare ampio e verdissimo del Montalbano e l’altro nella pianura intervallata dai fiumi e dai torrenti della Valdelsa, Vinci e Certaldo distano solo 35 km l’uno dall’altro: tale vicinanza rende possibile visitare questi due borghi dai paesaggi diversificati e dai profili urbani differenziati, benché entrambi “toscaneggianti,” in un solo giorno!

Entrambi vantano cittadini illustri: Leonardo da Vinci nacque a Vinci nel 1452. Il piccolo borgo toscano gli ha dedicato un percorso culturale, ovvero il Percorso Museale Leonardiano – che comprende il Museo Leonardiano, la Casa natale di Leonardo e la sezione espositiva Leonardo e la Pittura – e un percorso naturalistico, noto come i Sentieri del Genio, con una rete di trekking che offre scenari mozzafiato, intervallati da mulini cinquecenteschi, dal Barco Reale Mediceo, riserva di caccia della famiglia Medici e dal Leccio di Faltognano, uno degli alberi monumentali della Toscana. Giovanni Boccaccio, invece, trascorse diversi anni della sua vita a Certaldo, dov’è tuttora sepolto. La sua casa nel borgo è la sede del Museo “Casa del Boccaccio": si tratta di una fedele ricostruzione dell’originale, bombardata durante la Seconda guerra mondiale, che ospita una Biblioteca dedicata alla vita e alle opere del poeta. Certaldo, con il suo borgo medievale dai mattoni rossastri rimasto intatto, possiede un profilo cromatico urbano inconfondibile.

 

TOSCANA IN CAMPER AL MARE

Guardistallo in provincia di Pisa

L’itinerario proposto prosegue, affacciandosi sul Mar Tirreno, a circa 70 km da Certaldo: ci troviamo a Guardistallo, in Val di Cecina! Piccolo borgo pisano, Guardistallo è lo step ideale per ricaricare le energie, godendo di un paesaggio situato tra il mare e le colline, testimone di insediamenti umani antichissimi, che vanno dal Neolitico al periodo etrusco. Questo comune ha predisposto diverse aree camping attrezzate, ideali per chi viaggia in camper.

Una tappa all’insegna del relax, pur tenendosi pronti a partire alla volta di Montieri, in provincia di Grosseto…

 

TOSCANA A CAVALLO E IN BICICLETTA

Montieri in provincia di Grossetto

Piccolo borgo della Maremma toscana, detiene una geomorfologia unica, tale da conferirgli il riconoscimento di Geoparco UNESCO, il cui sito più suggestivo, dalle colline metallifere di colore rosa-rossastro, porta il nome di “Le Roste”. Montieri continua a sorprendere con la Riserva Naturale delle “Cornate”, in cui è possibile effettuare escursioni a piedi, a cavallo e in bici, fra numerosi esemplari autoctoni di fauna e di flora, tra cui l’albero monumentale conosciuto con il nome di Corniolo Gigante.

Cinque splendidi borghi toscani per una particolare tipologia di turista, il turista di borghi: il borghista!